Salta al contenuto principale

Serie B. La Reggina e il problema Cassano

Basilicata

La squadra sembra rituffarsi nel grigiore del recente passato e scoppia la grana Cassano. Per il posticipo con la Triestina Iaconi perde Barillà e Santos e, forse, Valdez

Tempo di lettura: 
1 minuto 8 secondi

Dopo tre risultati utili consecutivi, infatti, la squadra amaranto si ritrova nuovamente ridimensionata, con tutti i suoi problemi da risolvere. Il portiere Cassano risponde male ai tifosi e si guadagna i cori contro, con tanto di ‘Vattene da Reggio’.
Per il presidente Lillo Foti è una grana in più in questo fine anno, sarà un problema in più in tema di cessioni all’inizio del prossimo, fino alla fine del girone di andata, potrebbe ritrovarsi con Marino tra i pali che, in ogni caso, potrebbe cavarsela meglio perché in questo momento è più tranquillo del collega titolare. Deciderà la società, comunque, sul da farsi e il tecnico sull’eventuale riposo da concedere anche a Cassano.
Sul caso Cassano, però, nessuna iniziativa e comunicazione della società, ne del portiere.
Intanto ieri la squadra è tornata subito al lavoro con un allenamento defaticante per coloro che hanno giocato contro il Sassuolo, mentre il resto del gruppo ha lavorato sul possesso palla. Valdez non si è allenato ma è stato sottoposto a terapia. Oggi la squadra continuerà ad allenarsi, in vista della gara di campionato con la Triestina che si giocherà in posticipo, lunedì 14 dicembre. Mister Iaconi terrà a rapporto i suoi giocatori ma deve anche interrogare se stesso. Sicuramente non potrà utilizzare per la partita di lunedì prossimo, Santos e Barillà, entrambi squalificati per un turno e probabilmente Valdez ancora infortunato. Dovrebbe tornare disponibile, invece, Bonazzoli.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?