Salta al contenuto principale

Castrovillari: omicidio Passarelli, domani
autopsia e udienza di convalida

Basilicata

L’udienza di convalida si svolgerà dinanzi al Giudice per le indagini preliminari del tribunale di Castrovillari, Cataldo Collazzo

Tempo di lettura: 
1 minuto 32 secondi

Si svolgerà domani l’udienza di convalida per l’imprenditore Pasquale Signoretti che si è costituito sabato scorso dopo l’omicidio del commercialista Libero Passarelli (in foto), ucciso a Castrovillari a colpi di pistola.
L’udienza si svolgerà dinanzi al Gip del tribunale di Castrovillari, Cataldo Collazzo. E sempre domani si svolgerà l’autopsia sul corpo di Passarelli. Stamani la Procura della Repubblica ha affidato l'incarico al medico legale che dovrà effettuare l’esame. L’omicidio del commercialista è avvenuto nello studio professionale dove Signoretti si era recato per incontrare Passarelli.
Tra i due sarebbe nato un violento litigio nel corso del quale Signoretti ha sparato alcuni colpi di pistola calibro 38 che hanno raggiunto la vittima uccidendola all’istante. Passarelli era il curatore fallimentare della società proprietaria del villaggio turistico «Il Borghetto» a Marina di Sibari. All’origine del litigio, durante il quale è avvenuto l'omicidio, ci sarebbe la decisione del commercialista di revocare a Signoretti il contratto d’affitto della struttura turistica.
Il Cordoglio della città del Pollino per la morte del commercialista
«La Città di Castrovillari piange il Presidente dell’Ordine dei Commercialisti, Liberato Passarelli, ed esprime il suo grande cordoglio e rammarico, tramite la mia persona e con tutta l'Amministrazione comunale, interpretando anche i sentimenti di dolore e costernazione, presenti in tutta la comunità per lo spietato delitto che lo ha visto vittima sabato pomeriggio, creando, prima di tutto, un grande vuoto nella sua famiglia , ma anche tra quanti lo conoscevano e ne apprezzavano le doti umane».
Lo afferma il sindaco di Castrovillari, Franco Blaiotta. «Liberato Passatelli – aggiunge – era un uomo buono, stimato da tutti, proprio per la sua umanità, disponibilità, capacità di relazionarsi e sapersi confrontare, per il suo impegno professionale, contraddistinto sempre da correttezza e trasparenza, riconosciuti da tutti, tanto da meritare la stima dei colleghi del comprensorio che lo hanno voluto loro presidente e guida».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?