Salta al contenuto principale

Serie D. Sonora sconfitta per l'Hinterreggio

Basilicata

La formazione calabrese subisce una quaterna in casa del Modica. Un risultato eccessivamente penalizzante che nasce dal rigore di Bonarrigo

Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

Le ha proprio prese l'Hinterreggio ieri in trasferta a Modica nella gara indicata come lo scontro-salvezza della giornata.
L'Hinterreggio degli ex Quintoni, Crucitti, Cormaci e Versace, prende in mano le redini della partita con i locali che, privi degli uomini cardine del centrocampo, Privitera e Pellegrino, arrivavano sempre in ritardo sulle palle. Gli ospiti facevano a meno degli squalificati Sinicropi, altro ex di turno, e Crisalli.
Al 9' ci prova Caridi su punizione con respinta impacciata di Falco. Il Modica sblocca il risultato al 27’ quando Lanza mette in area, sfiora Sicali ma Caputo, preoccupato, tocca, forse involontariamente, di mano. Per l'arbitro è rigore che Bonarrigo non sbaglia.
Si va al riposo con il minimo vantaggio per l'undici di Pippo Romano, ma alla ripresa del gioco, alla prima occasione, il Modica raddoppia. E' il 4' quando Panatteri, dalla tre-quarti, innesca per Sicali che parte in velocità e infilza Pratticò in uscita. Si deve attendere il 42' per rivedere un tiro in porta ed è vincente. Panatteri parte dai quaranta metri contrastato da un difensore. L'Hinterreggio spinge alla ricerca del gol della bandiera, rischiando il contropiede del Modica. Al 46' Falco blinda il risultato rispondendo al meglio su un tiro ravvicinato dell'attivissimo Niscemi. Al 48' il giovane Porto, che aveva preso il posto di Sicali, è protagonista di uno spalla-spalla con un avversario. In velocità mette supera il difensore e mette a segno la quarta rete.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?