Salta al contenuto principale

Arrivano dal governo
dieci milioni di euro per la sicurezza

Basilicata

A Reggio 900mila euro per la videosorveglianza. A Catanzaro 100mila euro per la prevenzione sociale, nell'elenco finanziato dal ministro Maroni altri dieci comuni calabresi

Tempo di lettura: 
4 minuti 43 secondi

Il coordinatore regionale del PdL Giuseppe Scopelliti ed il suo vice Antonio Gentile Gentile, in una nota, esprimono soddisfazione «per la ripartizione, decisa dal ministro dell’Interno Roberto Maroni, del fondo per la sicurezza urbana e la tutela dell’ordine pubblico che assegna alla Calabria risorse per oltre dieci milioni di euro. La decisione del Ministro Maroni – si legge in una nota del PdL - conferma l’attenzione che il governo nazionale continua a riservare alla sicurezza in Calabria. Al comune di Reggio Calabria sono stati concessi finanziamenti per quasi novecento mila euro che dovranno essere utilizzati per l’implementazione della video sorveglianza in alcune zone del centro cittadino, dei pozzi e serbatoi della rete idrica per essere poi collegati con la centrale operativa dei carabinieri. Il finanziamento ha riguardato altri quindici comuni tra cui Catanzaro, al quale è stato concesso un finanziamento di centomila euro per interventi nel campo della prevenzione sociale, rivolti, in particolare, ai minori, ai giovani ed agli anziani. Gli altri comuni calabresi interessati al finanziamento sono: Amantea ( 128 mila euro) per realizzare l’impianto di telesorveglianza del territorio comunale; Lamezia Terme ( 300 mila euro) per la riqualificazione urbana, il recupero e il risanamento del campo nomadi; Mandatoriccio (197 mila euro) per riqualificare la viabilità interna, l’ammodernamento della rete di illuminazione pubblica e dei marciapiedi; Ricadi ( 168 mila euro) da spendere per dotarsi di un sistema di video sorveglianza; Brancaleone 500 mila euro) da utilizzare per il risanamento e la riqualificazione urbana dell’area ex campo nomadi; Tropea ( 400 mila euro) per il recupero e la messa in sicurezza dell’area urbana del centro storico e dei vicoli adiacenti; Rosarno ( 930 mila euro) per il recupero urbano delle aree degradate; Sant'Alessio d’Aspromonte ( 265 mila euro) per il recupero ed il risanamento delle aree degradate; Soriano Calabro (490 mila euro) per la riqualificazione delle aree degradate del centro storico; Arena ( 189 mila euro) per la riqualificazione ambientale del centro storico; Altilia (85 mila euro) da utilizzare per la riqualificazione urbanistico - edilizia del centro storico; Nicotera ( 341 mila euro) per la riqualificazione di alcune importanti strutture viarie con relativi impianti ed arredi; Cerisano ( 90 mila euro) per realizzare una stazione multimediale per il tele controllo del territorio; Parghelia ( 450 mila euro) da impiegare in progetti per la legalità e la sicurezza e per la realizzazione di un sistema di video sorveglianza. Un ringraziamento particolare- hanno detto Scopelliti e Gentile- va al sottosegretario Nitto Palma, che si è impegnato alacremente per riuscire a far arrivare queste risorse , capaci di presidiare ancora meglio il territorio. C'è una questione sicurezza- hanno aggiunto Scopelliti e Gentile -che riguarda le città ed i centri interni e che crea preoccupazione nella cittadinanza. Questi fondi serviranno-concludono i due massimi esponenti del partito calabrese- a irrobustire l’offerta di tanti comuni e a far sentire più sicure le comunità amministrate , insidiate da fenomeni di microcriminalità invasive e irritanti». (AGI) Com/Adv 151707 DIC 09 (AGI) – Catanzaro, 15 dic. – Il coordinatore regionale del PdL Giuseppe Scopelliti ed il suo vice Antonio Gentile Gentile, in una nota, esprimono soddisfazione «per la ripartizione, decisa dal ministro dell’Interno Roberto Maroni, del fondo per la sicurezza urbana e la tutela dell’ordine pubblico che assegna alla Calabria risorse per oltre dieci milioni di euro. La decisione del Ministro Maroni – si legge in una nota del PdL - conferma l’attenzione che il governo nazionale continua a riservare alla sicurezza in Calabria. Al comune di Reggio Calabria sono stati concessi finanziamenti per quasi novecento mila euro che dovranno essere utilizzati per l’implementazione della video sorveglianza in alcune zone del centro cittadino, dei pozzi e serbatoi della rete idrica per essere poi collegati con la centrale operativa dei carabinieri. Il finanziamento ha riguardato altri quindici comuni tra cui Catanzaro, al quale è stato concesso un finanziamento di centomila euro per interventi nel campo della prevenzione sociale, rivolti, in particolare, ai minori, ai giovani ed agli anziani. Gli altri comuni calabresi interessati al finanziamento sono: Amantea ( 128 mila euro) per realizzare l’impianto di telesorveglianza del territorio comunale; Lamezia Terme ( 300 mila euro) per la riqualificazione urbana, il recupero e il risanamento del campo nomadi; Mandatoriccio (197 mila euro) per riqualificare la viabilità interna, l’ammodernamento della rete di illuminazione pubblica e dei marciapiedi; Ricadi ( 168 mila euro) da spendere per dotarsi di un sistema di video sorveglianza; Brancaleone 500 mila euro) da utilizzare per il risanamento e la riqualificazione urbana dell’area ex campo nomadi; Tropea ( 400 mila euro) per il recupero e la messa in sicurezza dell’area urbana del centro storico e dei vicoli adiacenti; Rosarno ( 930 mila euro) per il recupero urbano delle aree degradate; Sant'Alessio d’Aspromonte ( 265 mila euro) per il recupero ed il risanamento delle aree degradate; Soriano Calabro (490 mila euro) per la riqualificazione delle aree degradate del centro storico; Arena ( 189 mila euro) per la riqualificazione ambientale del centro storico; Altilia (85 mila euro) da utilizzare per la riqualificazione urbanistico - edilizia del centro storico; Nicotera ( 341 mila euro) per la riqualificazione di alcune importanti strutture viarie con relativi impianti ed arredi; Cerisano ( 90 mila euro) per realizzare una stazione multimediale per il tele controllo del territorio; Parghelia ( 450 mila euro) da impiegare in progetti per la legalità e la sicurezza e per la realizzazione di un sistema di video sorveglianza. Un ringraziamento particolare- hanno detto Scopelliti e Gentile- va al sottosegretario Nitto Palma, che si è impegnato alacremente per riuscire a far arrivare queste risorse , capaci di presidiare ancora meglio il territorio. C'è una questione sicurezza- hanno aggiunto Scopelliti e Gentile -che riguarda le città ed i centri interni e che crea preoccupazione nella cittadinanza. Questi fondi serviranno-concludono i due massimi esponenti del partito calabrese- a irrobustire l’offerta di tanti comuni e a far sentire più sicure le comunità amministrate , insidiate da fenomeni di microcriminalità invasive e irritanti».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?