Salta al contenuto principale

1^ Divisione. Cosenza, Toscano
cerca il “vice” di Biancolino

Basilicata

Virga: «Bisogna ripartire con grinta». Il Cosenza rialza subito la testa. Arriva la Spal e la squadra è determinata a chiudere bene il 2009

Tempo di lettura: 
0 minuti 53 secondi

La prossima gara interna contro la Spal, sarà quella che conclude l'ottimo 2009 del Cosenza 1914. Un anno fortunato, dove la formazione cosentina ha continuato a tenere alta la guardia collocandosi a ridosso della zona play off che vede ad un palmo di naso (tre punti di distacco).
La gara con la Spal è una di quelle da giocare come se fosse una finale, per una serie di ragioni, l'una legata all'altra. Per i Lupi, vincere cancellerebbe d'incanto il doloroso stop di Taranto, connesso con la squalifica lunga di Raffaele Biancolino (quattro turni e ricorso del Cosenza pronto, ndr).
Non sarà facile perchè gli avversari sono tanti e molto attrezzati.
La Spal è una buona squadra, con una intelaiatura di discreto livello, un tantino lenta nei movimenti, ma con in campo giocatori di qualità in ogni reparto.
Intanto una nota dolce arriva da casa Fiore perchè è nata la sua primogenita, la piccola Cloe, venuta alla luce a Roma martedì sera alle ore 20:05.
Altra chicca è la presentazione, domani pomeriggio alla 17:30 presso lo Store del Cosenza calcio allo stadio San Vito la nuova mascotte “Denis”.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?