Salta al contenuto principale

Corbelli: Primarie spreco di danaro pubblico

Basilicata

Per il leader del Movimento Diritti Civili le consultazioni del Pd sono “inutili e vanno annullate. E' giusto che siano i calabresi a giudicare a marzo l'operato di Loiero”

Tempo di lettura: 
1 minuto 34 secondi

«Le elezioni primarie, alle quali hanno aderito due soli partiti (il Pd e i Socialisti Uniti), sono una trappola per far fuori Agazio Loiero e sono un inaccettabile spreco di denaro pubblico. Chiedo che vengano annullate e che la somma prevista venga devoluta in beneficenza a famiglie calabresi indigenti». Lo afferma in una nota il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli. «Dopo la forte denuncia di Loiero - aggiunge - il centrosinistra non consenta, con eventuali accordi trasversali, che sia il centrodestra a scegliere, attraverso il voto alle stesse primarie del Pd, il candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione. Le Primarie, in Calabria, non hanno fatto registrare quella larga partecipazione dei partiti che ci si aspettava. Sono per questo diventate del tutto inutili e assolutamente ingiustificabili alla luce anche dell'enorme costo previsto per lo svolgimento. C'è il rischio reale e concreto che potrebbero essere utilizzate (dal centrodestra) per condizionare, influenzare e determinare la scelta del candidato del Pd alla presidenza della Regione. A che serve allora farle? Alla luce anche del fatto, oggettivo e importante, che della moltitudine dei partiti che parteciperanno alle Elezioni Regionali del marzo 2010 hanno scelto di ricorrere alle primarie, due soli partiti». «Uno di questi addirittura, i Socialisti Uniti, alleato - prosegue Corbelli - con il centrodestra che ha già da tempo ha ufficializzato la candidatura a Governatore di Giuseppe Scopelliti. L'altro, il Pd, ha in campo quattro candidati tutti della stessa corrente e tutti componenti della stessa maggioranza che governa la Regione, con incarichi anche di rilevo. Per questi motivi le Primarie sono assolutamente inutili e inopportune. La ricandidatura di Loiero deve essere un fatto scontato e doveroso, essendo il Governatore calabrese al primo mandato ed essendo tutti gli altri suoi colleghi presidenti di Regione uscenti ricandidati, senza ricorrere alle Primarie. È giusto che siano i calabresi a giudicare il prossimo marzo l'operato di Loiero e della sua Giunta»

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?