Salta al contenuto principale

Cori razzisti: ammenda
di 6mila euro al Catanzaro

Basilicata

I tifosi giallorossi hanno intonato cori razzisti verso un calciatore di colore della squadra avversaria in occasione della sua espulsione

Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

Multato il Catanzaro perchè suoi tifosi hanno intonato cori razzisti verso un calciatore di colore della squadra avversario in occasione della sua espulsione. Il giudice sportivo ha condannato la società giallorossa al pagamento di 6000 euro.
Squalificati per due turni Martinelli e Mezgour (Cassino), Daiello (Gela), Minincleri (Legnano), Di Pasquale (Manfredonia) e per una gara Pavesi (Bassano V.), Soro (Olbia), Diaw (Cisco Roma), Mallardi (Isola Liri), Cecere (Siracusa), Loreto (Vico Equense), Menicozzo (Barletta), Pavesi (Bassano V.), Cammarota (Gela), Nossa (Manfredonia), Vignati (Melfi), Bonfardino (Monopoli), Polinesi (Sangiustese), Corsale (Scafatese), Dalrio (Siracusa), Padoin (Spezia), Brugos (Vico Equense). Tra i dirigenti inibizione fino al 16 febbraio 2010 per Passirani (Pro Sesto), fino al 31 gennaio 2010 per Guidi (Pro Sesto), fino al 12 gennaio per Alabiso (Gela).
Tra gli allenatori squalificati per tre gare Pellegrino (Cassino) «per comportamento gravemente minaccioso e offensivo verso un assistente arbitrale» e Nardecchia (tecnico in seconda Cassino), per due turni Giudici (Sangiustese) e Provenza (Gela), per una gara Argentesi (tecnico in seconda Cisco Roma). Ammende a società: Cisco Roma 2500, Pro Sesto 1500, Celano e Gela 500.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?