Salta al contenuto principale

Corbelli contro le Primarie
minaccia esposto alla Corte dei Conti

Basilicata

Il leader di Diritti Civili vuole evitare che vengano sperperati altri soldi per le elezioni primarie in Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 11 secondi

Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli ha preannunciato la presentazione di un «esposto preventivo» alla Corte dei Conti di Catanzaro per «denunciare ed evitare» quello che ha definito il «grande scandalo delle elezioni primarie per la scelta del candidato alla Presidenza della Regione, che ha fatto registrare l’adesione di due soli partiti, il Pd e i Socialisti Uniti, un inaccettabile spreco di denaro pubblico: oltre cinque miliardi e mezzo delle vecchie lire».
Corbelli ha chiesto che le primarie «vengano scongiurate, annullate e auspica a questo proposito che domani il Consiglio regionale abbia un sussulto di dignità e responsabilità e cancelli e non approvi la vergogna delle primarie, altrimenti sarà la Corte dei Conti a giudicare l’operato irresponsabile e illegittimo dei consiglieri regionali che saranno da noi tutti, quelli che voteranno a favore, denunciati alla magistratura contabile».
Il leader di Diritti Civili ha espresso soddisfazione per «la presa di posizione, importante anche se tardiva, di alcuni partiti ed esponenti politici che si sono dichiarati contrari alle primarie a spese della Regione e hanno formulato la richiesta, avanzata nei giorni scorsi dallo stesso Corbelli, di devolvere la consistente somma prevista in iniziative di beneficenza e per il sociale».
«Le primarie – ha sostenuto Corbelli – devono essere assolutamente evitate e cancellate. Lo chiedo in particolare al Pd, principale responsabile di questo scandalo. Non voti questa legge-porcata ma ricandidi, come è giusto e doveroso, il Governatore uscente, Agazio Loiero».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?