Salta al contenuto principale

Beni culturali, intesa tra Regione e Ministero
per la tutela del paesaggio

Basilicata

L'intesa per l’elaborazione del Quadro territoriale regionale a valenza paesaggistica, secondo quanto previsto dal Codice dei beni culturali e del paesaggio

Tempo di lettura: 
2 minuti 53 secondi

L'assessore regionale all’Urbanistica, Michelangelo Tripodi (in foto) ed il direttore regionale per la Calabria del Ministero per i Beni culturali e paesaggistici, Francesco Prosperetti – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta – hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa per la collaborazione istituzionale tra Regione e ministero per l’elaborazione del Quadro territoriale regionale a valenza paesaggistica, secondo quanto previsto dal Codice dei beni culturali e del paesaggio che dispone, infatti, la necessaria «intesa» tra le due amministrazioni in materia di paesaggio in virtù delle competenze congiunte assegnate allo Stato e alle Regioni dal nuovo articolo 117 della Costituzione.
«Il Protocollo d’intesa sottoscritto – ha affermato l'assessore Tripodi – consente di concretizzare, in formale accordo istituzionale, il lungo lavoro di concertazione avvenuto tra l’assessorato all’Urbanistica e la direzione regionale dei Beni culturali sugli aspetti paesaggistici connessi alla elaborazione del Qtr, che è stato appunto voluto dalla Regione con valenza paesaggistica testimoniando così il senso dell’intesa raggiunta tra i due livelli istituzionali centrale e regionale sugli obiettivi e sui contenuti delle norme di tutela paesaggistica previsti dal Quadro territoriale».
«Com'è noto, la legge urbanistica regionale 19/2002 – ha aggiunto Tripodi – prevede infatti che il Quadro territoriale regionale con valenza paesaggistica sia coerente con l’intesa istituzionale da raggiungere tra Regione e Ministero dei Beni culturali sugli aspetti paesaggistici dell’assetto del territorio, risultando essenziale e strategica la componente paesaggistica nelle indicazioni e nelle norme di tutela del territorio stesso oggetto del Qtr».
Attraverso la sottoscrizione del Protocollo d’intesa, prosegue la nota dell’ufficio stampa, Regione e ministero hanno convenuto sulle modalità di collaborazione istituzionale e sugli ambiti di applicazione delle norme di tutela del paesaggio, in coerenza con la «Convenzione europea del paesaggio» adottata a Firenze il 20 ottobre 2000 e ratificata con la legge n.14/2006, che impegna Stato e Regioni a integrare il paesaggio nelle politiche di pianificazione territoriale ed urbanistica ed in tutte quelle che possono avere un’incidenza diretta o indiretta sul paesaggio.
Il Protocollo sarà quindi attuato attraverso i Piani paesaggistici d’ambito, che saranno attuazione del Qtr/P, che consentiranno di preservare e sottoporre a tutela i valori paesaggistici all’interno dei piani territoriali e urbanistici conseguenti all’approvazione del Quadro territoriale e dei successivi Piani strutturali dei Comuni calabresi.
«La sottoscrizione del Protocollo d’intesa, che si colloca tra i primi accordi stipulati da Regioni italiane con il ministero sul tema del paesaggio – ha detto ancora Tripodi – conferma l’importanza dell’impegno della Giunta regionale sul tema della tutela del paesaggio, ampiamente riconosciuto a livello nazionale dagli interlocutori governativi e delle altre Regioni, considerando peraltro che la Regione Calabria ha tuttora la prestigiosa responsabilità del coordinamento nazionale delle Regioni italiane proprio sul tema del paesaggio».
Impegno riconosciuto e testimoniato dalla realizzazione in Calabria, a Villa San Giovanni, nel febbraio del 2009, della Conferenza nazionale sul paesaggio, che ha costituito il momento saliente del rilancio di una strategia nazionale unitaria tra Governo e Regioni sulla tutela del paesaggio e che cha visto la Regione Calabria principale interlocutrice dell’accordo interistituzionale».
«E' grazie a questo clima di positiva collaborazione istituzionale e al Protocollo d’intesa – ha concluso l’assessore - che il Dipartimento Urbanistica ha potuto proporre all’approvazione della Giunta regionale il Qtr/P con la componente di tutela paesaggistica come previsto dal Codice sui beni culturali, avviando una nuova stagione di tutela del paesaggio che in Calabria non era stato finora mai attivato, per contrastare il saccheggio selvaggio e la cementificazione dei beni paesaggistici del territorio regionale».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?