Salta al contenuto principale

Sanità, Loiero: «Nessuno stop servizio trapianto midollo osseo»

Basilicata

Il trapianto di midollo osseo presso l'Azienda ospedaliera Bianchi-Melacrino-Morelli non sarà interrotto, a garantirlo il presidente della Regione Agazio Loiero che ha disposto la proroga dei contratt

Tempo di lettura: 
1 minuto 27 secondi

Scongiurato il rischio di interrompere il servizio per trapianto di midollo osseo del Centro, unico in Calabria, istituito presso l’Azienda Ospedaliera "Bianchi-Melacrino-Morelli" di Reggio Calabria. Il presidente della Regione Agazio Loiero, anche in qualità di assessore alla Tutela della Salute, ha dato mandato al dirigente del dipartimento Andrea Guerzoni affinchè provvedesse con apposito decreto a prorogare i contratti di lavoro del personale sanitario. Si ricorderà – è scritto in una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale – che il piano di rientro dai disavanzi del servizio sanitario regionale, recentemente approvato dal Governo, prevede, tra l’altro, la sospensione delle procedure di assunzione di personale da parte delle aziende sanitarie e ospedaliere della Calabria salvo casi particolari per garantire i livelli minimi di assistenza. Pertanto, tale blocco avrebbe penalizzato anche il Centro trapianti midollo osseo dell’Azienda Ospedaliera «Bianchi-Melacrino-Morelli» di Reggio Calabria, unica struttura esistente nella regione e tra le poche di tutto il Meridione, direttamente collegata al Centro nazionale trapianti, nonchè alla Banca calabra delle cellule cordonali afferente al medesimo Centro. «In entrambi i casi – ha spiegato Loiero – si tratta di strutture con specifiche peculiarità e tra quelle che sicuramente qualificano la sanità calabrese, le quali, a seguito delle citate restrizioni, non avrebbero potuto più garantire la propria attività, attesa l’imminente scadenza dei contratti di lavoro di medici, biologi e tecnici di laboratorio. Per tale motivo ho sollecitato l’immediata proroga dei contratti del personale». Quindi, il dirigente generale vicario del dipartimento Tutela della Salute, Antonino Bonura, in assenza del dirigente Guerzoni – momentaneamente fuori sede – ha prorogato per sei mesi i contratti di lavoro del personale sanitario con apposito decreto, in deroga al suddetto blocco delle assunzioni, per come espressamente previsto dallo stesso piano di rientro in caso di professionalità infungibili.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?