Salta al contenuto principale

Eccellenza, il punto
dopo la sedicesima

Basilicata

L'Angelo Cristofaro torna a fare la voce grossa. Sussulto in coda per il ferrandina, che conquista i primi tre punti dell'anno. In vetta si continua a viaggiare a rilento

Tempo di lettura: 
1 minuto 29 secondi

PRIMA DOMENICA dell'anno nuovo tutt'altro che agevole per le primatiste del campionato di Eccellenza. La regina Fortis Murgia ha rischiato di capitolare sul difficile campo di Muro Lucano, prima di impattare a metà ripresa. Il Ruggiero Valdiano è addirittura sprofondato di misura nel fortino (non proprio inespugnabile) del Genzano Banzi. Tra la compagine di Squicciarini ed i valdianesi di Masullo si è inserito, in piazza d'onore, l'Angelo Cristofaro Oppido, unica squadra lucana del terzetto di testa. Ha definitivamente salutato la zona-podio il Ricigliano, che ha collezionato il terzo stop stagionale (secondo domiciliare) al cospetto del Borussia Pleiade. Il Viggiano, invece, nonostante il quarto posto in classifica, è a meno undici dalla quota salvezza, come ha sottolineato cautamente il suo allenatore Villani. Nei bassifondi della graduatoria è “risorto” il Ferrandina, al suo primo exploit stagionale a spese dell'Atella Monticchio. Riavvolgiamo il nastro e partiamo dal vertice. La capolista Fortis Murgia ha preservato l'imbattibilità che dura dalla quarta di campionato. Il difficile campo della Murese non ha scalfito l'undici di mister Squicciarini che, sotto di un gol (Iacullo G.), ha riequilibrato l'incontro con l'ottava rete di Margiotta. Tre punti più sotto, l'Angelo Cristofaro Oppido ha scavalcato il Ruggiero Valdiano, grazie alla preziosissima quaterna rifilata nel derby ai “cugini” del Real Tolve. E mister Manniello gongola. E' sempre più deluso, invece, il tecnico del Valdiano, Masullo, che ha visto sprofondare la sua squadra per la seconda volta di fila. Decisivo Cacace dal dischetto per il Genzano Banzi. La prima marcatura in Eccellenza di Piscopia è valsa l'ottava vittoria in campionato del Viggiano (Avigliano ko). I valdagrini sono addirittura quarti in completa solitudine. Ancora un crollo per il Ricigliano, la cui crisi non sembra avere fine (il Borussia Pleiade ha ringraziato). Vultur a valanga, con un settebello, sull'Irsinese; il Policoro ha risalito la china annichilendo il Picerno.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?