Salta al contenuto principale

Maroni: «Non daremo tregua alla 'Ndrangheta»

Basilicata

Il ministro al Senato: «Gli arresti di Rosarno sono la prova che in Calabria lo Stato c'è»»

Tempo di lettura: 
0 minuti 22 secondi

«Questa mattina a Rosarno sono state emanate 17 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di persone accusate di associazione mafiosa e intestazione fittizia di beni e sono stati sequestrati beni per decine di milioni di euro. Questa è la migliore risposta che lo Stato poteva dare dopo i fatti accaduti. È la prova che lo Stato in Calabria c'è e non darà tregua alla 'ndrangheta». Lo ha affermato in aula al Senato il ministro dell’Interno, Roberto Maroni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?