Salta al contenuto principale

Rapina all'ufficio postale
di Chiaravalle, arrestato un nomade

Basilicata

La rapina era avvenuta il 23 maggio del 2008. I Carabinieri della Stazione di Chiaravalle Centrale arresato un uomo di etnia rom

Tempo di lettura: 
2 minuti 0 secondi

I Carabinieri di Chiaravalle, in collaborazione le Compagnie di Catanzaro e Soverato, hanno tratto in arresto un uomo di etnia rom, Cosimo Berlingieri, di 37 anni, residente a Catanzaro, già sorvegliato speciale. L'uomo è ritenuto responsabile, in concorso con altri tre complici ancora da identificare, di una rapina a mano armata compiuta nell’ufficio postale di Chiaravalle il 23 maggio 2008.
Quel giorno quattro persone, con i volti travisati da collant da donna, si erano presentati, poco prima dell’orario di apertura,all’ufficio postale di Chiaravalle Centrale, in contrada «Pianopietra», e, sotto la minaccia di una pistola, avevano costretto il direttore ad accedere all’interno per farsi aprire la cassaforte.
Resisi conto che la cassaforte era dotata di un sistema di apertura temporizzato, avevano deciso di fuggire a bordo di una Lancia Y 10 di colore bianco dopo aver arraffato un borsello in possesso del direttore dell’ufficio postale contenente la somma contante di 300 euro nonchè le chiavi della sua autovettura e dell’abitazione.
I carabinieri della Stazione di Chiaravalle, guidati dal luogotenente Alfredo Anselmo, unitamente ai colleghi della Compagnia di Soverato, avevano immediatamente posto in essere il piano antirapina mediante l’istituzione di alcuni posti di blocco, senza però riuscire ad intercettare i fuggitivi.
Nei giorni seguenti, nel corso di una battuta finalizzata al rintraccio dell’autovettura utilizzata per la fuga, i militari di Chiaravalle avevano ritrovato proprio la Y 10, risultata rubata il giorno precedente alla rapina a Catanzaro ed abbandonata poi in località Serre.
Sulla vettura furono effettuati degli accertamenti tecnici, ad opera di personale del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Soverato, che nell’occasione rilevarono la presenza di alcune impronte digitali che una volta rilevate furono inviate al RIS di Messina, al fine di effettuare una comparazione con quelle presentinella banca dati.
La comparazione effettuata ha così dato esito positivo in quanto l’impronta di un dito mignolo della mano destra rilevata sul finestrino dell’autovettura è risultata essere di Berlingeri. A seguito di queste articolate indagini e concordando con le risultanze ottenute, il Gip, dott.Tiziana Macrì, su richiesta del P.M. Paolo Petrolo, ha emesso un’ordinanza di applicazione della misura della custodia cautelare in carcere a carico del Cosimo Berlingieri per rapina a mano armata e detenzione e porto abusivo di arma da fuoco in concorso.
Oggi i carabinieri di Chiaravalle hanno rintracciato l'uomo nella sua abitazione di Catanzaro-Santa Maria e gli hanno notificato l’ordinanza, trasferendolo poi in carcere.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?