Salta al contenuto principale

Zungri: boss Accoriniti torna in carcere,
fermato alla guida senza patente

Basilicata

Per la seconda volta è stato fermato mentre era alla guida di un auto senza patente. L'arresto è avvenuto a Zungri

Tempo di lettura: 
0 minuti 31 secondi

Pietro Accorinti, 49 anni, sorvegliato speciale, è stato arrestato per la seconda volta dai carabinieri della Compagnia di Tropea per lo stesso reato: guida senza patente.
L’arresto è avvenuto a Zungri, il comune del vibonese dove l’uomo risiede e dove militari dell’Arma diretti dal maresciallo Carmine Pica, lo hanno sorpreso alla guida di un fuori «Pajero» privo del documento di guida che gli era stato ritirato in seguito alla sorveglianza speciale. Accorinti, elemento di spicco dell’omonimo clan, implicato in reati associativi, stavolta si è fatto ammanettare senza opporre resistenza, al contrario della volta precedente, quando fermato in analoghe circostanze, aveva invece aggredito i Carabinieri.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?