Salta al contenuto principale

Calcio. Tredici nuovi arbitri dalla sezione "Celestino" di Rossano

Basilicata

Sono tredici i nuovi arbitri che si sono iscritti alla sezione arbitri "Antonio Celestino" di Rossano tra questi ci sono due donne una delle quali mamma. Cresce il numero complessivo degli associati

Tempo di lettura: 
1 minuto 39 secondi

Tredici nuovi fischietti per la sezione Arbitri «Antonio Celestino» di Rossano. Tra di loro due donne, una delle quali mamma. Cresce il numero degli associati a conclusione del 1° corso nazionale arbitri indetto dal presidente Marcello Nicchi e tenuto nelle sezioni presenti sul territorio nazionale. Il corso si è concluso dopo due mesi, raggiungendo un grande successo anche e soprattutto grazie alla collaborazione di coloro che hanno dato il proprio contributo, coordinati dall’arbitro benemerito Giuseppe Savoia e dall’arbitro fuori quadro Cosimo Bellucci. La sezione dei fischietti rossanesi si tinge ancora una volta di rosa per la presenza di due arbitri donna, entrambe laureate ed una mamma di uno splendido bambino di 5 anni. Altra curiosità: fra i neo arbitri anche un assistente universitario alla facoltà di ingegneria dell’Unical di Cosenza. Insomma, un gruppo di allievi straordinari provenienti da Rossano, Corigliano e da altri centri della Sibaritide, che hanno frequentato assiduamente l’intero corso ed infine hanno sostenuto e superato brillantemente l’esame finale. Esame svolto per la prima volta in maniera interattiva. I neo direttori di gara sono: Rosalia Ruffo, Emanuela Converso, Simone Romeo, Giovanni, Paolo e Tiziano Tomei, Giovanni Gallina, Giuseppe Tiani; Domenico Salatino, Gianluca Basile, Pierfrancesco Gencarelli, Francesco Parise, Luca Marucci. Ai nuovi arbitri a breve sarà consegnata la divisa. Questo il commento del Presidente della Sezione A.I.A. di Rossano, avvocato Luigi De Gaetano, al termine del corso: «E' la seconda volta che durante l’anno appena concluso organizziamo il corso per arbitro di calcio - questa volta nazionale - e siamo soddisfatti per il numero di partecipanti. Ritengo che tale risultato premi la credibilità ed il risalto di immagine dell’intera Sezione rossanese, punto di riferimento di aggregazione giovanile non solo della città che ci ospita ma dell’intero hinterland di competenza. In soli tre anni siamo riusciti ad avviare verso questa disciplina circa settanta cinque nuovi arbitri. Un ringraziamento particolare è diretto al Comitato Regionale nella persona del Presidente Stefano Archinà nonchè all’intero consiglio direttivo sezionale»

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?