Salta al contenuto principale

Ponte, prova superata

Basilicata

Il giorno dopo l'inaugurazione centinaia i visitatori. E il sindaco Santarsiero invita a fare acquisti in città, tra saldi e nuova viabilità alternativa

Tempo di lettura: 
1 minuto 54 secondi

POTENZA - Il giorno dopo la grande festa, i potentini non hanno perso l’occasione di osservare da vicino l’opera da lungo tempo attesa e, finalmente, inaugurata venerdì scorso.
Centinaia le persone che, nel corso della prima giornata di apertura, hanno affollato il Ponte che collega via Tammone al centro storico cittadino.
Una struttura che piace molto ai cittadini e che - questa la prima impressione - sembra contribuire all’alleggerimento del traffico automobilistico: in serata, infatti, via Mazzini appariva a chi l’ha attraversata, molto meno trafficata del solito.
Diverso discorso per il lato opposto, ovvero per l’entrata di via Tammone. La strada, infatti, si è riempita di autovetture. Il servizio navetta dovrà entrare gradualmente “nei cuori” dei potentini che, dovranno imparare a servirsene, onde evitare inutili blocchi. Qualcun altro, invece, ha scelto un parcheggio alternativo, anche se vietato: direttamente viale dell’Unicef.
C’è infatti, un’entrata che in molti hanno utilizzato, lasciando l’auto proprio sul ciglio della strada. Ma attenzione, perché il giorno successivo all’inaugurazione i Vigili urbani magari hanno chiuso un occhio, nei prossimi giorni le cose potrebbero andare diversamente.
Il sindaco di Potenza, Vito Santarsiero, intanto ha sottolineato come «l’apertura delle scale mobili di Santa Lucia non solo determina una rete di continuità tra i vari quartieri della città, ma consente anche di rafforzare il ruolo del centro storico, sempre più il luogo della identità, della memoria storica, di siti artistici di grande valenza quali le chiese, Palazzo Loffredo, Teatro Stabile, Palazzo d'Errico, ma anche sempre più un centro commerciale di qualità e sempre più apprezzato come chiaramente emerso durante le festività natalizie».
Santarsiero ha anche voluto lanciare ai cittadini di Potenza l'invito a spendere in città, dove - ha detto - le attività commerciali offrono prodotti di qualità a prezzi convenienti ed in un rapporto di privilegio con il cliente, considerato non già un semplice utente, ma una persona da servire nel modo migliore».
Anche rispetto ai saldi Santarsiero ha evidenziato che «in città i saldi sono saldi veri, con vere occasioni relative a prodotti di qualità e non già, come io stesso ho potuto verificare in altri prestigiosi centri, vecchiume proposto quale saldo».
Insomma, ora ci sono i nuovi collegamenti e nuovi servizi: non ci sono scuse per la sciare Potenza.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?