Salta al contenuto principale

Sanità, la Commissione errori chiede risposte alla Regione Calabria

Basilicata

La Commissione parlamentare di inchiesta sugli errori sanitari ha sollecitato la Regione a fornire un rapido riscontro alle sue richieste. In caso di mancata risposta sarà attivata la Guardia di Finan

Tempo di lettura: 
1 minuto 1 secondo

La Commissione parlamentare di inchiesta sugli errori sanitari ha sollecitato la Regione Calabria a fornire un rapido riscontro alle richieste della stessa Commissione circa le criticità sanitarie sul territorio. In caso di mancata o incompleta risposta, ha annunciato il presidente della Commissione Leoluca Orlando, «invieremo il nucleo della Guardia di Finanza».
«Richiamando le audizioni della Commissione in Calabria, e le numerose richieste di informazioni e di adozione di provvedimenti sanzionatori a carico di responsabili di errori sanitari e di criticità gestionali/organizzative – si sottolinea in una nota della Commissione – il presidente Orlando ha invitato nuovamente il presidente della Regione Calabria Loiero a fornire rapido riscontro alle richieste della Commissione».
In una lettera indirizzata al presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, al direttore Generale del Dipartimento 'Tutela della salute e Politiche sanitariè Andrea Guerzoni ed ai direttori generali delle Asl della Regione Calabria, Orlando ha ricordato che l’'Ufficio di Presidenza della Commissione «ha deliberato alla unanimità che, in caso di omesso o incompleto riscontro a richieste della Commissione alla Regione Calabria, come per tutte le altre Regioni, il competente Nucleo della Guardia di Finanza sarà incaricato di acquisire ogni necessaria documentazione ed, eventualmente, formalizzare il parziale o mancato riscontro alle richieste della Commissione stessa».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?