Salta al contenuto principale

Anziano rapinato, arrestati i ladri

Basilicata

Due tarantini sono stati arrestati per la rapina in un'abitazione allo scalo di Pisticci
dove incappucciati e armati hanno fatto irruzione nella casa di un 79enne pensionato.

Tempo di lettura: 
2 minuti 7 secondi

E’ durata poche ore la “latitanza” dei due malviventi che nella notte tra lunedì e martedì scorsi, hanno selvaggiamente legato, imbavagliato e derubato un pensionato 79enne di Pisticci Scalo. Con un’operazione lampo, infatti, i carabinieri della Compagnia cittadina, agli ordini del capitano Pietro Mennone, hanno arrestato i presunti autori del grave episodio, 2 individui che hanno agito armari e a volto coperto da passamontagna. Dopo essere entrati nell'abitazione dell’anziano, lo hanno aggredito, picchiato, legato e sequestrato, tentando, poi, di rapinarlo. L'arresto è stato operato al termine di una serie di accertamenti e indagini che, coordinate dalla Procura, hanno consentito ai militari di identificare e individuare gli autori. Gli arrestati sono entrambi originari di Taranto. Durante la fuga a bordo di un'autovettura, si erano disfatti di una delle armi utilizzate e dei passamontagna, poi recuperati dai carabinieri. Fondamentale, per l'arresto è risultata la costante attività di controllo del territorio e dei soggetti di interesse operativo, svolta quotidianamente sull'intero territorio provinciale dai militari dell'Arma, soprattutto per contrastare i reati contro il patrimonio e in danno delle persone. Intanto ieri, l’ondata di furti che si sta registrando a Pisticci è stata oggetto di un’interrogazione parlamentare degli onorevoli Giovanni Burtone e Antonio Cuomo. «Furti e rapine -si legge nel testo dell’interpellanza al ministro dell’Interno- stanno destando seria preoccupazione nell'ambito della comunità locale; da ultimo la rapina ai danni di un pensionato ottantenne cardiopatico di Pisticci Scalo imbavagliato legato e minacciato; altri furti -prosegue l’interpellanza- si sono verificati ai danni di singoli e sedi di associazione di Pisticci, nonché anche ai danni della parrocchia di Pisticci Scalo; senza dimenticare la rapina all'ufficio postale di Marconia e le denunce di furti da parte di diversi imprenditori; una escalation mai verificatasi in un territorio abbastanza tranquillo; va dato atto -proseguono ancora i parlamentari- al grande impegno delle forze dell'ordine, della Compagnia dei carabinieri e del locale commissariato di Polizia, che pur in carenza di organico garantiscono il controllo del territorio; tuttavia è indispensabile potenziare gli organici delle forze dell'ordine e promuovere, d'intesa con le istituzioni locali e con le organizzazioni di categoria, un vero e proprio Tavolo per la sicurezza per Pisticci». Alla luce di ciò, i parlamentari chiedono di conoscere «se e quali iniziative il governo intenda nell'immediato porre in essere per rafforzare gli organici e le dotazioni di mezzi della Compagnia carabinieri e del Commissariato di Polizia di Pisticci e se non intenda vigilare con attenzione su quanto sta accadendo nel comprensorio al fine di porre fini a questa ondata di furti e rapine garantendo la sicurezza dei cittadini».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?