Salta al contenuto principale

Griffe contraffatte, sequestrata
merce nel Vibonese

Basilicata

Il sequestro di un grosso quantitativo di merce contraffatta è stato portato a termine dagli uomini della Compagnia Carabinieri di Vibo Valentia

Tempo di lettura: 
1 minuto 15 secondi

I carabinieri della Stazione di Vibo Marina hanno scoperto a Pizzo Calabro un magazzino dove un commerciante ambulante della zona, ben noto alle forze dell’ordine, L.M. di 40 anni, aveva nascosto centinaia di capi di vestiario abilmente contraffatti e recanti i marchi di note griffe dell’alta moda nazionale ed internazionale quali Dolce & Gabbana, Gas, Phard, Sweet Years, Levìs, Baci & Abbracci, Adidas e decine di altri.
I Carabinieri, che nelle ultime settimane hanno lanciato una vera e propria campagna per ripulire tutto il territorio vibonese dal fenomeno della contraffazione e che hanno già messo i sigilli ad importanti carichi di materiale illegale pronto per essere smerciato, sono arrivati al deposito della merce intorno alle 11 di ieri.
Davanti ai militari sono apparsi centinaia di pantaloni e di maglioni ordinatamente sistemati e pronti per essere venduti, tutti griffati dalle più note case di alta moda mondiali. Merce che, se originale e venduta a prezzi «normali», sarebbe dovuta fruttare centinaia di euro al pezzo e che invece recava prezzi da svendita, addirittura anche 10 o 15 euro per un pantalone Gucci o Phard.
I Carabinieri hanno impiegato ore per catalogare e contare tutto il materiale rinvenuto, che alla fine ammontava a ben 557 paia di jeans e 53 maglioni. Per trasportare tutto il carico i militari hanno dovuto impiegare un furgone e due automobili. Il materiale, del valore di oltre 20 mila euro, è stato sigillato e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria, a cui il commerciante dovrà rispondere di ricettazione ed introduzione nello Stato e commercio di capi contraffatti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?