Salta al contenuto principale

La Bawer si ferma in casa con il Trapani

Basilicata

Play off più lontano per Matera dopo lo stop clamoroso rimediato con i siciliani. Sotto accusa ancora un attacco sterile e improduttivo

Tempo di lettura: 
2 minuti 59 secondi

di PIERO QUARTO

BAWER MATERA 57
TRAPANI 69

BAWER MATERA: Amadori ne, Gilardi 11, Gergati 3, Provenzano 7, Longobardi 16, Lovatti 5, Bonora 6, Hassan, Grappasonni 3, Candido 6. All. Ponticiello
TRAPANI: Corral 8, Di Capua 4, Canelo ne, Evangelisti 25, Tessitore 8, Santarossa 20, Gambino ne, Candela 2, Pellegrino ne, Soloperto 2. All. Benedetto
Arbitri: Vaccarini e Volpe di La Spezia
Parziali: 18-22, 40-40, 51-58, 57-69
NOTE: Spettatori 1500 circa. Fallo tecnico a Provenzano a metà della terza frazione di gioco sul 46-46. Tiri liberi Matera 9/16 e Trapani 8/11
La Bawer non si risolleva, anzi precipita lontana dal play off.
E’ una sconfitta che fa male quella contro il Trapani che espugna il PalaSassi grazie alla qualità di giocatori importanti come Evangelisti e Santarossa. Matera perde perchè ripropone nei secondi due quarti la confusione in attacco che si è vista negli ultimi due quarti contro Ruvo.
Molti errori banali, poco movimento e troppe esitazioni con qualche giocatore che commette ingenuità banali che alla fine compromettono il match. Coach Ponticiello si assume, nel dopogara, le responsabilità di una sconfitta che allontana di molto dall’obiettivo play off.
La sensazione è che un interruttore in casa Bawer sotto il profilo mentale deve ancora scattare.
Gli errori e le omissioni in attacco sono la testimonianza di un meccanismo che funziona male ed a corrente alternata.
Il risultato è che alla fine Trapani la spunta perchè ha uomini di maggiore qualità e perchè Matera non pare in grado di limitare nè Evangelisti, nè Santarossa che fanno, da soli o quasi, la differenza l’intero arco della sfida.
L’avvio di gara è favorevole al Matera che, con un canestro di Candido ben imbeccato da Bonora ed un’accelerata di Longobardi e Gilardi, vola prima 8-4 e poi 11-4, facendo pensare a ben altra partita. Invece tre triple impossibili sull’asse Santarossa-Evangelisti rimettono le cose a posto. Trapani piazza un 9-0 di parziale e si rimette in testa (11-15), cercando anche un break sul 13-18 che solo alcune iniziative di Provenzano e Longobardi evitano. La prima sirena è 18-22 con Matera ampiamente in partita.
La parità arriva a quota 24 (12’) in apertura di seconda frazione con un vero e proprio testa a testa.
Matera ha un accenno di fuga con 5 punti di Longobardi sul 31-27 ma Santarossa risponde subito e la parità torna sovrana. All’intervallo è ancora equilibrio sul 40-40.
La partita poi cambia. Il canestro diventa più piccolo, le difese cominciano a prevalere e gli errori aumentano. Matera sbaglia tutto il possibile da sotto ma tiene testa a Trapani fino a metà frazione (46-46). Provenzano in penetrazione reclama un fallo con eccessiva veemenza, l’arbitro lo punisce e fischia un tecnico che Evangelisti nei liberi e Santarossa in uno contro uno ottimizzano (46-50). Qui la partita cambia. Trapani ne approfitta ed allunga.
Arriva sul 49-58 al 29’ e poi controlla il vantaggio e gli errori in attacco di un Matera in confusione.
A fine terzo quarto è 51-58. Dopo quattro minuti dell’ultimo quarto è 52-58 con gli attacchi che non segnano più.
La Bawer appare incapace di impostare un qualsiasi accenno di reazione. Resiste fino al 54-60 del 36’ minuto e poi cede. Santarossa a un minuto e mezzo dal termine fissa la tripla del 54-65 che chiude nei fatti la sfida. Trapani espugna il PalaSassi, per la Bawer un ritorno sulla terra impietoso.
Le difficoltà di inizio stagione tornano prepotentemente ad emergere e soprattutto in attacco manca un vero e proprio riferimento per le conclusioni nei momenti che contano, con gli esterni che non riescono a bucare le difese più arcigne. La squadra gira a corrente alternata e i risultati stentano, ora, ad arrivare. Il play off diventa decisamente più lontano. Questo è l’unico dato di fatto. Indiscutibile.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?