Salta al contenuto principale

Intimidazione al magistrato, il procuratore
Grasso: «Continuiamo la linea della fermezza»

Basilicata

Il procuratore nazionale antimafia, dopo la busta con i proiettili inviata al magistrato della Dda: «Continueremo con la linea della fermezza». AL magstrato minacciato rafforzata la protezione.

Tempo di lettura: 
0 minuti 29 secondi

«Continua l’escalation delle intimidazioni che da obiettivi più generali comincia ad entrare nello specifico nei confronti dei singoli magistrati impegnati in processi e indagini rilevanti nei confronti delle cosche reggine: non si può che continuare nella politica giudiziaria della fermezza e della legalità». Così il Procuratore nazionale antimafia Piero Grasso ha reagito alla notizia delle minacce della 'ndrangheta al pm della dda di Reggio Calabria Giuseppe Lombardo. «Sono state immediatamente rafforzate le misure di protezione nei confronti del collega – ha aggiunto Grasso – a dimostrazione che continua la vicinanza dello Stato a tutta la magistratura sia requirente che giudicante.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?