Salta al contenuto principale

Medico cade da una finestra e muore a Lecce

Basilicata

Sconforto nella comunità di Nova Siri di cui è originario Nicola Genovese, 53 anni
vittima dell'incidente lunedì mattina negli uffici dell'Asl a Lecce

Tempo di lettura: 
1 minuto 45 secondi

di ANTONIO CORRADO
Dolore e sconforto hanno colpito la comunità di Nova Siri, alla notizia della tragica morte di Nicola Genovese, lo stimato medico di 53 anni caduto lunedì da una finestra al primo piano del suo ufficio a Lecce.
Per cause in via di accertamento, l’uomo, originario di Nova Siri, sposato e padre di un figlio, ha fatto un volo di sei o sette metri, schiantandosi violentemente contro il suolo.
La situazione è apparsa subito particolarmente difficile ai sanitari, colleghi dello sfortunato, che la mattina, intorno alle 12, si sono immediatamente recati sotto il suo ufficio in via XXV Luglio, nel pieno centro di Lecce, a due passi da piazza Sant'Oronzo. E’ morto dopo poche ore. La dinamica di quanto accaduto ancora non è chiara, per ricostruirla con precisione sono ora al lavoro i carabinieri della stazione di Santa Rosa. Stando a quanto emerso finora, l'uomo era in servizio presso l'Inps, che si trova al primo piano del palazzo.
Se si sia trattato di una caduta accidentale o altro saranno le indagini a stabilirlo; sta di fatto che il professionista è caduto giù da una finestra del suo ufficio, che si affaccia però su una strada interna, via Maremonti, accanto alla chiesa di San Giuseppe. Si può solo immaginare la paura e il terrore, che devono aver provato i passanti quando hanno visto il volo del medico. I sanitari del 118, dopo aver constatato che il 53enne era ancora in vita, lo hanno subito trasportato verso il “Vito Fazzi” di Lecce con codice rosso. Giunto all'ospedale, il personale medico gli ha prestato le prime cure, ha riportato fratture multiple su tutto il corpo. Poi il decesso. Nel suo paese d’origine, Nicola Genovese era molto stimato per l’appartenenza a una famiglia particolarmente nota. Amava il suo paese con tutta l’anima, tanto da tornare tutte le volte che i suoi impegni lo consentivano. La salma è stata restituita alla famiglia, che oggi celebrerà i funerali nella città pugliese, ma Nicola sarà tumulato nel cimitero della sua Nova Siri e domani, alle ore 17.30 nella Chiesa Madre del centro storico, sarà celebrata una messa di ricordo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?