Salta al contenuto principale

Maltempo: tragedia sfiorata nel Catanzarese.
Scuole chiuse a Cropani

Basilicata

Tragedia sfiorata nel Catanzarese dove il maltempo di ieri ha provocato il crollo di un ponte sulla linea ferroviaria

Tempo di lettura: 
2 minuti 47 secondi

Paura ma nessuna conseguenza ieri sera, per i passeggeri di un treno delle Ferrovie della Calabria, in transito sulla linea delle Ferrovie della Calabria che da Catanzaro conduce a Soveria Mannelli, per il crollo di un ponte a causa delle forti piogge.
La tragedia è stata evitata solo grazie alla prontezza del macchinista che ha evitato che il treno deargliasse. A causa dell’intensità delle precipitazioni ha ceduto il pilone di un ponte nel tratto collega le stazioni di San Pietro Apostolo e Cicala. I binari sono rimasti sospesi nell’aria.
Un’altra frana ha interessato la linea ferrata tra San Pietro Apostolo e Serrastretta mentre uno smottamento di terreno si è verificato nei pressi di Cavorà alle porte del capoluogo di regione. I collegamenti ferroviari tra Catanzaro e Soveria Mannelli sono stati sospesi dalla direzione delle Ferrovie della Calabria e attualmente è in funzione un servizio sostitutivo con pullman.
Intanto alcune strade sono state chiuse al traffico a causa dei danni alla viabilità creati da smottamenti, mareggiate, allagamenti e, in un comune del catanzarese, anche la chiusura delle scuole.
E' il primo bilancio dell’ondata di maltempo pioggia intensa e vento che ha investito nelle scorse ore la Calabria. In particolare, la provincia di Catanzaro è stata flagellata dalle precipitazioni che si sono abbattute sia nella zona ionica che sull'entroterra premontano.
A Cropani, nell’entroterra ionico il sindaco Bruno Colosimo ha disposto la chiusura per oggi degli istituti scolastici. Ancora chiusa al traffico la strada provinciale Janò-Magisano che dal capoluogo di regione conduce nella zona della Presila che in un tratto ha ceduto alla forza delle acque del fiume Alli ingrossate dalle precipitazioni.
Nel capoluogo disagi per gli automobilisti nella zona di Germaneto per le buche sulla sede stradale che hanno provocato danneggiamenti a diversi veicoli e in molti quartieri periferici.
Danni per le forti piogge anche nella zona del basso Ionio e sulla strada statale 106 nel tratto che va da Montepaone a Guardavalle con rallentamenti e disagi per gli automobilisti.
IN SILA AUTOMOBILISTI IN DIFFICOLTA'
Il maltempo che ha imperversato nelle ultime ore in Calabria ha creato disagi ad automobilisti che sono stati sorpresi ieri dal repentino aggravarsi delle condizioni meteo e da residenti dell’altopiano silano. Numerosi sono stati gli interventi di soccorso stradale operati dagli agenti dell’Ufficio per la biodiversità del Corpo forestale dello Stato nella zona silana del catanzarese e del crotonese compresa tra i villaggi Mancuso, Palumbo e Buturo.
Le richieste di soccorso pervenute alla Caserma di Monaco di Villaggio Mancuso hanno visto impegnato il personale del corpo e gli operai idraulico-forestali che hanno raggiunto gli automobilisti in difficoltà, assistendoli e consentendo loro un tranquillo rientro nelle loro sedi.
«Quanto accaduto – afferma il Capo dell’Ufficio del Corpo forestale Nicola Cucci – conferma l’importanza del presidio continuo che il reparto di specialità del corpo ha dislocato per tutto l’anno in Sila, in un contesto territoriale particolarmente delicato, dove in alcuni periodi dell’anno vengono messi in crisi i servizi e la presenza dello Stato è ancora principale riferimento per i cittadini residenti. L'attività dell’Ufficio per la biodiversità, attraverso gli uomini e le strutture dislocate sul territorio montano, non solo opera nel campo specifico della educazione ambientale e della promozione delle Aree Protette attuata nei Centri Visita del Parco nazionale della Sila, ma anche in quello della protezione civile e dell’assistenza al cittadino».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?