Salta al contenuto principale

E' Pagliuca lo sfidante di De Filippo

Basilicata

Fumata bianca a Roma ieri in tarda serata. La dirigenza locale del Pdl: «E' un riconoscimmento al buon lavoro di questi anni d'opposizione al governo regionale»

Tempo di lettura: 
2 minuti 1 secondo

di SALVATORE SANTORO
POTENZA - E’ Nicola Pagliuca il candidato governatore del centrodestra.
Alla fine ha prevalso la scelta locale. A dispetto delle tante voci che circolavano a favore di Magdi Cristiano Allam, e nelle ultime ore anche a favore di Ernesto Navazio, sarà il capogruppo del Pdl in consiglio regionale, Nicola Pagliuca a sfidare il candidato del centrosinistra, Vito De Filippo. La scelta è stata ufficializzata in tarda serata da una nota stringata del Pdl nazionale in cui si legge: «I coordinatori nazionali, senatore Sandro Bondi, onorevole Ignazio La Russa, e onorevole Denis Verdini, sentito il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, hanno designato i seguenti candidati alle presidenze delle giunte regionali: in Basilicata, Nicola Pagliuca; in Puglia, Rocco Palese; in Toscana, Monica Faenzi; in Umbria, Fiammetta Modena».
Insomma alla fine dell’ennesima giornata in cui sembrava dovesse prevalere il nulla di fatto, il Popolo della libertà schiera il suo leader in consiglio regionale.
E non è un esordio per Nicola Pagliuca nel ruolo di candidato governatore. Già nel 2000 (il 16 aprile) infatti, Pagliuca sfidò per la presidenza della giunta il candidato del centrosinistra.
Allora finì con l’elezione di Filippo Bubbico che ottenne il 63,1 per centro contro il 36,4 totalizzato da Pagliuca. Nel Pdl ovviamente fanno gli scongiuri che questa volta finisca in maniera diversa.
In ogni caso vengono così smentite tutte le teorie e le ipotesi secondo cui il candidato governatore del centrodestra sarebbe stato Magdi Cristiano Allam. Voci che hanno continuato a inseguirsi anche nella giornata di ieri. Ma che alla fine si sono dimostrate solo “voci”.
Dal Pdl nessuna dichiarazione ufficiale ma solo la constatazione: «Alla fine è stata la scelta migliore, ha prevalso il buon senso e tante voci messe artamente in giro sono state smentite».
Per le analisi e gli approfondimenti ovviamente c’è tempo. In ogni caso con l’ufficializzazione della candidatura di Pagliuca di fatto si entra in campagna elettorale. Chiusa la partita delle indiscrezione e dei si dice, ora per Pagliuca e De Filippo inizia il tempo della sfida sui palchi.
Per quanto riguarda le dinamiche di scelta, alla fine ha prevalso la linea della spartizione tra ex di Fi ed ex di An nelle varie regioni. Da parte degli ex forzisti a caldo è stato attribuito «grande attaccamento al partito e forte senso di responsabilità per aver puntato sul merito di chi come Pagliuca negli ultimi anni si è distinto in consiglio regionale per l’azione di opposizione alla giunta guidata da De Filippo».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?