Salta al contenuto principale

Regionali, Giovani di Idv: "Callipo
è garanzia di cambiamento"

Basilicata

I giovani del''Italia dei Valori calabrese parlano di "sceneggiata del Partito democratico"

Tempo di lettura: 
1 minuto 26 secondi

«Assistiamo attoniti e basiti all’incredibile sceneggiata che il Partito Democratico sta mettendo in atto con l’assurda marcia indietro di tutti su tutto. Un sondaggio (da considerarsi attendibile dato che alle scorse regionali ha perfettamente azzeccato il risultato) conferma ciò che da mesi andiamo affermando: la candidatura di Filippo Callipo a presidente della Regione, candidato da una coalizione di centro sinistra, è vincente e garantirebbe un reale cambiamento morale e politico per la Calabria». È quanto si afferma in una nota dei giovani di Idv Calabria.
«Il 'modello Reggio' tanto sbandierato da Scopelliti – prosegue la nota – non incanta più nessuno, perchè non esiste, è fasullo, è finzione, è il trionfo dell’effimero, scelto come priorità e messo alla base dell’agire politico di un’amministrazione che in questi anni ha pensato allo spettacolo e all’apparenza, tralasciando i reali bisogni dei cittadini.
Di fronte ad una tale eventualità, e ben consapevoli della rivoluzione culturale, etica e morale tanto desiderata dai calabresi, ci saremmo aspettati che lo stato maggiore del PD,con uno scatto d’orgoglio, appoggiasse una candidatura che ha da subito entusiasmato la società civile e la gente comune».
«Invece ci duole constatare che – riporta ancora la nota – il partito di Bersani, in Calabria, è totalmente sotto controllo del presidente uscente Loiero, che fa il bello e cattivo tempo, che pretende una ricandidatura, nonostante la gente di Calabria, consideri assolutamente insufficiente il suo governo tanto da averlo relegato, da tantissimi mesi ormai, al penultimo posto nella classifica di gradimento dei presidenti di Regione.
Noi come Giovani Idv Calabria, riconfermiamo la nostra piena fiducia e il nostro appoggio a Pippo Callipo nella speranza che in tanti, anche dentro il PD, possano concorrere a quella rivoluzione della politica regionale che i calabresi si aspettano».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?