Salta al contenuto principale

Congelata l'abolizione del listino

Basilicata

Il Consiglio regionale ha approvato il rinvio dell'applicazione alla prossima legislatura

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

La Basilicata alle prossime elezioni regionali voterà con la «vecchia» legge elettorale del 2004, poichè le modifiche introdotte lo scorso gennaio (l'abolizione del «listino») sono state «congelate» dal Consiglio regionale, che in nottata ha approvato il rinvio dell’applicazione alla prossima legislatura, «per evitare che un eventuale giudizio negativo della Corte Costituzionale possa inficiare» la consultazione elettorale. Nel corso della riunione, ha reso noto l’ufficio stampa del Consiglio, il governatore lucano, Vito De Filippo, ha informato l'assemblea dell’impugnativa annunciata dal Governo sulle modifiche alla legge elettorale (la numero tre del 2010) con cui si stabiliva di limitare il cosiddetto listino maggioritario al solo candidato presidente, assegnando gli altri seggi della quota maggioritaria attraverso le liste provinciali. Oltre al «congelamento» del listino, sono state anche approvate a maggioranza alcune proposte con cui «si esplicita», tra l’altro, l’assegnazione di un seggio al candidato presidente della giunta che ha ottenuto un numero di voti immediatamente inferiori a quelli del candidato vincente.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?