Salta al contenuto principale

'Ndrangheta, task force per le confische
alla Procura di Catanzaro

Basilicata

L’attività svolta negli ultimi sei mesi ha già portato alla confisca di beni per 35 milioni di euro nei confronti di quattro persone condannate in via definitiva

Tempo di lettura: 
0 minuti 47 secondi

La Procura generale di Catanzaro ha istituito un gruppo di lavoro per intensificare l’attività di confisca e sequestro dei beni a persone condannate con sentenza definitiva per i reati di associazione per delinquere di tipo mafioso, usura e traffico di stupefacenti.
Il gruppo di lavoro sarà coordinato dal sostituto procuratore generale, Domenico Prestinenzi, e ne faranno parte i pg Sandro Dolce, Marisa Manzini ed Eugenio Facciolla, tutti magistrati che precedentemente hanno maturato una lunga esperienza operativa come sostituti procuratori della Dda di Catanzaro.
Questa mattina si è svolta a Catanzaro una riunione di coordinamento alla quale hanno partecipato tutti i Procuratori della Repubblica che rientrano nel circondario della Corte d’appello di Catanzaro, il sostituto procuratore della Direzione nazionale antimafia, Maria Vittoria De Simone, e funzionari della Dia. Durante l’incontro è stato fatto il punto sul lavoro da svolgere. Negli ultimi mesi sono stati confiscati beni per 35 milioni di euro nei confronti di quattro persone condannate in via definitiva.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?