Salta al contenuto principale

Minacce al procuratore Lamezia, il sindaco si dice «sdegnato»

Basilicata

Il sindaco di Lmezia Terme, Gianni Speranza, ha espresso lo «sdegno per le minacce intimidatorie di chiaro stampo mafioso» rivolte al procuratore della Repubblica, Salvatore Vitello

Tempo di lettura: 
0 minuti 27 secondi

«Esprimo lo sdegno per questa minaccia intimidatoria di chiaro stampo mafioso». Così ha commentato il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, l’episodio intimidatorio che ha colpito il procuratore della Repubblica, Salvatore Vitello. «Appena ho appreso quanto era accaduto, – ha aggiunto il sindaco – ho subito chiamato il procuratore e nei prossimi giorni mi recherò a fargli visita. Esprimo la solidarietà mia – ha concluso Speranza – dell’Amministrazione comunale e di tutta la comunità lametina. Sono convinto che il procuratore continuerà a lavorare con calma per la giustizia e per il bene di questa città».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?