Salta al contenuto principale

Monteleone, sul decesso tre avvisi

Basilicata

La studentessa vibonese deceduta a seguito di un intervento chirurgico compiuto il 19 gennaio 2007 all'ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia

Tempo di lettura: 
0 minuti 40 secondi

Il sostituto procuratore della Repubblica Fabrizio Garofalo ha chiuso le indagini su due medici ed un'infermiere coinvolti nelle indagini sulla morte di Federica Monteleone, la studentessa vibonese deceduta a seguito di un intervento di appendicectomia compiuto il 19 gennaio 2007 all'ospedale «Jazzolino» di Vibo Valentia. I carabinieri della Compagnia e della Stazione di Vibo Valentia, agli ordini del capitano Stefano Di Paolo e del luogotenente Nazzareno Lopreiato, hanno notificato l'avviso di conclusione delle indagini al chirurgo Benito Gradia, 69 anni, di Jonadi (Vv); all'aiuto chirurgo Giovambattista De Iorgi, 62 anni, di Pizzo (Vv); e all'infermiere professionale Mario Silvestri, 65 anni, di Vibo Valentia. I due medici e l'infermiere facevano parte dell'equipe che eseguì l'intervento chirurgico sulla studentessa, per la cui morte sono sotto processo, davanti al Tribunale di Vibo Valentia, altre nove persone Il pm Garofalo contesta l'omicidio colposo in concorso.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?