Salta al contenuto principale

Sant'Onofrio, uomo ferito da colpi
di pistola. Fermato un vicino

Basilicata

Il ferimento era avvenuto ieri sera intorno alle 19.15 contro Onofrio Virdò di 43 anni, mentre stava rientrando a casa

Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

I Carabinieri hanno arrestato un uomo, Giuseppe Ferito, 35 anni, vicino di casa della vittima, Onofrio Virdò, 43 anni, dopo il feriemnto avvenuto ieri sera intorno alle ore 19.15, a S.Onofrio (VV).
Virdò, incensurato, dipendente di un’impresa di soccorso stradale di Maierato, è stato raggiunto da alcuni colpi di pistola mentre stava rientrando a piedi nella sua abitazione.
Un proiettile lo ha raggiunto ad un fianco ed è stato soccorso dai familiari e ricoverato all’ospedale di Vibo Valentia, dove nella notte è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Il paziente non versa in pericolo di vita, nonostante la gravità della ferita, che poteva essergli fatale.
Le indagini condotte congiuntamente dai militari del Nucleo Investigativo, della Compagnia del capoluogo e della Stazione di Sant'Onofrio hanno permesso di sottoporre a fermo di indiziato di delitto, alcune ore dopo il tentato omicidio, Giuseppe Ferito. L’uomo è ritenuto affiliato alla cosca «Bonavota» di Sant'Onofrio.
Il 9 maggio 2007 fu arrestato dalla Guardia di Finanza nell’ambito dell’operazione «Stupor Mundi» della D.D.A. di Reggio Calabria quando, durante una perquisizione locale vennero rinvenute e sottoposte a sequestro una pistola Beretta cal. 7,65 mm con matricola abrasa munita di caricatore, una pistola a tamburo Astra modello 38 Special con matricola abrasa e numerose munizioni. Da quanto emerso il ferimento sarebbe scaturito da dissapori tra i predetti, circa i quali sono in corso indagini. L’arrestato è stato associato alla casa circondariale di Vibo Valentia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?