Salta al contenuto principale

Serie B. Reggina, Breda prova il 3-4-2-1

Basilicata

Domani c’è il Mantova e la Reggina ha sostenuto ieri una intensa seduta tattica agli ordini di mister Breda

Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

Il tecnico ha provato ieri, un modulo diverso, il 3-4-2-1, riportando Costa in difesa e senza Castiglia e Nicolas Viola, leggermente infortunati. Oggi allenamento conclusivo di rifinitura con approfondimenti prima della gara. Ed è molto attesa la gara della Reggina col Mantova, senza mai perdere,
Per la Reggina dunque si apre una fase che lascia alle spalle quella disastrosa che ha portato al primo esonero della stagione. A Novellino, infatti, è successo Iaconi, ma da quel momento, non ci sono stati eccessivi miglioramenti nel rendimento.
Problemi di organico, ma anche di rilassamento generale, hanno portato la Reggina al penultimo posto e così, è stato inevitabile anche il secondo licenziamento che è storia di oggi. Alla Reggina, quindi, è rimasta l’ultima chance e così, Roberto Breda, ex allenatore della Primavera è stato promosso al ruolo di tecnico della prima squadra.
Da domani, il nuovo allenatore comincerà la sua avventura sulla panchina amaranto, dopo avere trascorso tre anni con le giovanili. Il suo compito, intanto, è di salvare la Reggina e la partita di domani sarà caratterizzata anche dalla presenza di due ex tra i virgiliani: gli attaccanti Cavalli e Nassi. Nel Mantova, però, milita anche il reggino Caridi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?