Salta al contenuto principale

La Calabria nel fango, situzione
drammatica in tutta la regione

Basilicata

Preoccupazione per le popolazioni vicine alle zone franate, soprattutto perché sono in arrivo nuove precipitazioni che potrebbero far aggravare la già drammatica situazione

Tempo di lettura: 
2 minuti 2 secondi

La Calabria continua a franare e per oggi sono previste nuove piogge che potrebbero aggravare ulteriormente una situazione già drammatica. Oltre al vibonese, le zone più colpite sono il cosentino ed il catanzarese. Ai danni dei giorni scorsi, nel cosentino, si sono aggiunte due nuove: una ha provocato l’interruzione della strada provinciale per Lattarico e l’altra ha interessato il territorio del comune di San Marco Argentano. Il maltempo dei giorni scorsi ha provocato la rottura di alcune condotte idriche privando di acqua potabile numerosi quartieri di Cosenza e dei centri vicini. I vigili del fuoco sono stati costretti a rifornire d’acqua con le autobotti, una clinica privata ortopedica. Quasi tutti i comuni della provincia sono stati interessati da frane e smottamenti con gravi problemi alla viabilità. Ventidue strade provinciali sono ancora chiuse e da ieri sera è chiusa anche la strada che dalla statale 18 conduce a Cetraro. Nel catanzarese, continua il movimento della frana verificatasi nel quartiere Ianò, a nord della città, che ha portato nei giorni scorsi all’evacuazione di 150 persone.
In Sila, a creare problemi, è invece la neve caduta abbondante negli ultimi giorni che ha portato il manto a tre metri. Il pericolo, soprattutto a Lorica, è rappresentato dalla neve che si è depositata sui tetti che potrebbero crollare per il peso. Anche sul fronte della viabilità ci sono problemi per neve e ghiaccio sulle strade e anche qui la preoccupazione è per la ripresa del maltempo dopo la pausa di ieri e stamattina.
CHIUSA LA STATALE 18 NEL COSENTINO
A causa di un costone pericolante, è stata chiusa al traffico la strada statale 18 «Tirrena Inferiore», al km 287,000 nel comune di Cetraro, nel Cosentino. Il provvedimento si è reso necessario ed urgente per la tutela dell’incolumità. Sul posto sono giunti, oltre alle squadre di pronto intervento Anas, anche la Polizia stradale, Vigili del Fuoco e tecnici della Protezione Civile.
Sono già in corso i sopralluoghi per le verifiche tecniche e le attività di monitoraggio del costone. Al momento i veicoli leggeri vengono deviati su un percorso alternativo nel centro abitato di Cetraro, mentre i mezzi pesanti in direzione nord vengono deviati all’altezza di Paola sulla statale 107 e successivamente sull'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria allo svincolo di Rende- Cosenza nord; quelli in direzione sud all’altezza di Lagonegro proseguono in autostrada Si ricorda che l’informazione agli automobilisti sulla viabilità e sul traffico è assicurata attraverso le emittenti radio-televisive, il sito Anas www.stradeanas.it e chiamando il numero pronto Anas 841.148.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?