Salta al contenuto principale

Troppo dolore per la moglie malata,
anziano tenta il suicidio

Basilicata

L’uomo, ultrasettantenne, è uscito di casa rincorso dalla badante che, urlando e chiedendo aiuto ai passanti, è riuscita così ad evitare il peggio.

Tempo di lettura: 
1 minuto 33 secondi

POTENZA - Ha tentato di togliersi la vita in una fredda mattinata di febbraio. E’ uscito di casa e ha percorso pochi metri: arrivato sul Ponte in via Nazario Sauro, proprio sopra la stazione inferiore, ha provato a scavalcare. Era stanco di vivere l’anziano signore residente in via Marconi che ieri mattina intorno alle 11 ha tentato di compiere il tragico gesto. L’uomo, ultrasettantenne, è uscito di casa rincorso dalla badante che, urlando e chiedendo aiuto ai passanti, è riuscita così ad evitare il peggio. Le urla della donna, infatti, hanno attirato l’attenzione in particolare di un agente della polizia che in quel momento non era in servizio. Capita la situazione, infatti, l’agente ha bloccato l’anziano e ha cercato di tranquillizzarlo. Tanti i testimoni della tragica vicenda: proprio di fronte, infatti, il bar Mediterraneo, punto di incontro di moltissimi potentini che la mattina non rinunciano al caffè. In pochi minuti, quindi, la strada si è riempita di gente.
Sul posto sono subito arrivate due volanti della polizia e l’autoambulanza del 118, che ha trasportato l’anziano al San Carlo di Potenza per effettuare i controlli necessari, anche in considerazione dell’età avanzata.
Alla base del gesto sembra ci sia la difficile situazione familiare. L’uomo, infatti, vive con la moglie gravemente ammalata e bloccata a letto. In un momento di particolare scoramento, quindi, ha pensato che l’unico modo per sfuggire alle difficoltà fosse togliersi la vita.
Un episodio che mette in evidenza quanto sia difficile la condizione degli anziani, spesso costretti ad affrontare in solitudine drammi terribili. L’uomo che ieri ha tentato di togliersi la vita, all’improvviso deve aver sentito il bisogno di liberarsi da un peso troppo pesante.
Difficile anche il ruolo della badante, che si è trovata a vivere ore davvero drammatiche. In casa con la moglie ammalata, infatti, non ha potuto fermare subito l’uomo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?