Salta al contenuto principale

L'Udc torna in bilico: più vicina ad Adduce

Basilicata

Ruggiero riapre i giochi con il centrosinistra e si allontana da Tosto. La partita si riapre e le quote si sovvertono

Tempo di lettura: 
2 minuti 21 secondi

di PIERO QUARTO
MATERA - L’UDC TRA Tosto e Adduce. Proprio quando ogni dubbio sembrava essere stato sciolto definitivamente si riaprono problemi e dubbi che rimettono ogni cosa in discussione e che richiederanno quantomeno un chiarimento, nelle prossime ore, tra lo stesso Udc e il candidato sindaco Angelo Tosto.
Il centrosinistra che candida Salvatore Adduce torna dunque a sperare nell’appoggio dell’alleato di centro che in Basilicata solo a Matera, finora, ha fatto una scelta diversa rispetto al centrosinistra.
Le notizie, gli spifferi, le voci si rincorrono da destra a sinistra nelle ultime ore e trovano una serie di conferme indirette anche se i diretti interessati nicchiano. Ruggiero non parla e preferisce attendere, Tosto nega qualsiasi tipo di problema: «non bisogna credere alle voci che arrivano da Potenza» spiega l’imprenditore con una battuta facendo intendere che si tratta solo di notizie messe in giro ad arte per rompere il fronte con l’Udc. In realtà qualche problema concreto ci sarebbe nella definizione dei rapporti tra lo stesso Ruggiero e Tosto per cui un chiarimento è atteso nelle prossime ore, comunque non oltre i primi giorni della prossima settimana.
L’impressione è che il temporale si spegnerà in un bicchier d’acqua ma al momento la situazione torna in bilico, le certezze continuano a mancare e centrosinistra e Pd provano ad approfittarne per sferrare un ulteriore attacco e compattare la coalizione.
Di sicuro comunque c’è solo che Tosto, Udc o non Udc, andrà avanti per la sua strada e con un numero di liste ancora imprecisato ma che dovrebbe comunque aggirarsi attorno alla decina come ha confermato ieri al “Quotidiano”: «ci sono cinque liste civiche pronte, più una liste per il sindaco e poi bisognerà verificare le diverse formazioni politiche che si aggregheranno». Al momento noi contiamo Udc, Mpa, Liberali, Repubblicani, Rosa bianca, Io Sud cioè sei liste, più cinque civiche, più quella del sindaco sono dodici anche se il numero (vista anche la questione Udc) è suscettibile di variazione.
Impegno differente, scelte diverse sono fatte in queste ore dal centrodestra che sostiene Saverio Acito candidato per il Popolo della Libertà. Certa una lista più una seconda molto probabile di sostegno diretto al sindaco, difficile che si vada molto oltre per un’esigenza concreta e per una scelta precisa dettata anche da tempi decisamente più risicati che il centrodestra, avendo appena sciolto il nodo del candidato sindaco, trova davanti a sè.
In questo momento l’impegno è quello di cercare di compattare il più possibile il Pdl per garantire comunque quei voti che portino al secondo turno sia pur in una situazione di grande frammentazione che renderà ardua e difficile la lotta che il centrodestra materano deciderà di portare avanti.
I prossimi sette giorni saranno quelli decisivi per la definizione delle candidature al Comune di Matera dove si annunciano non poche novità.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?