Salta al contenuto principale

Reggio: immigrazione, arrestato
perchè falsificava documenti

Basilicata

I particolari saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa in programma alle ore 11.30 in Questura

Tempo di lettura: 
0 minuti 50 secondi

La polizia ha arrestato a Villa San Giovanni, Biagio Casola, di 55 anni, accusato di avere organizzato l’ingresso illegale di due immigrati marocchini facendo risultare falsamente una richiesta di lavoro in loro favore.
L’operazione scaturisce da una segnalazione fatta alla sezione Volanti della Questura ed al Commissariato di Villa San Giovanni da parte dello Sportello unico dell’immigrazione della Prefettura di Reggio Calabria circa le irregolarità di una pratica d’ingresso in Italia, presentata da Casola come delegato, in favore di due marocchini per i quali era stata fatta una richiesta di assunzione.
Dalle indagini svolte dalla polizia è emerso che, in realtà, i datori di lavoro citati nella pratica non avevano fatto alcuna richiesta di assunzione ed erano all’insaputa di tutto. Sarebbe stato Casola a fare risultare le false richieste di lavoro in favore dei due marocchini, che sono stati denunciati in stato di libertà. La polizia sta svolgendo ulteriori indagini per accertare se altri immigrati abbiano beneficiato del sistema illegale di ingressi ideato da Casola.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?