Salta al contenuto principale

Allevatore ucciso a colpi di arma da fuoco
in serata nel Vibonese

Basilicata

Assassinato a Drapia Pietro Carone. Nel 2004 fu ucciso il fratello

Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

Un uomo di 58 anni Pietro Carone, allevatore, noto alle forze dell’ordine è stato ucciso con alcuni colpi d’arma da fuoco in faccia. Il delitto è avvenuto intorno alle 19 di stasera nei pressi di un villaggio turistico multiproprietà del comune di Drapia, su una collina che sovrasta Tropea, nel vibonese. Ad avvertire i carabinieri della cittadina turistica che sono intervenuti al comando del tenente Giovanni Migliavacca, una telefonata anonima. Arrivati sul posto hanno trovato l’uomo accanto alla sua auto faccia a terra. Pietro Carone, era fratello di Saverio, assassinato nel marzo 2004 a Santa Domenica di Ricadi, nel vibonese. Saverio Carone fu ucciso all’uscita della sua abitazione da una persona che lo aspettava e che gli sparò contro alcuni colpi di pistola, uccidendolo all’istante. L’uomo aveva un’impresa di costruzioni e di movimento terra e non aveva precedenti penali. Sull'omicidio di Saverio Carone gli investigatori ipotizzarono anche che il movente fosse legato ad appalti per lavori di movimento terra. L’imprenditore, l’anno prima di essere ucciso, rimase vittima di un attentato intimidatorio. Sconosciuti gli distrussero, con un ordigno esplosivo, l’ automobile.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?