Salta al contenuto principale

Catanzaro, sindaco requisisce alloggi Telecom
per gli sfollati di località Janò-Rumbolotto

Basilicata

12 villette e 24 appartamenti, per le famiglie le cui abitazioni in località Janò-Rumbolotto sono minacciate da una frana

Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

Il sindaco di Catanzaro Rosario Olivo, ha firmato un’ordinanza per la requisizione degli alloggi di servizio Telecom situati in località San Cono, composti di 12 villette e 24 appartamenti, per ospitare le famiglie che hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni in località Janò-Rumbolotto, minacciate da una frana.
Nell’ordinanza, il Sindaco sottolinea come «tali alloggi, oltre ad essere allo stato inutilizzati e ubicati in zona di sicurezza contigua all’area in dissesto, costituiscono per le famiglie già soggette a grave disagio, una soluzione indubbiamente rispondente alle primarie esigenze».
Il responsabile del provvedimento è il generale Giuseppe Antonio Salerno, comandante della Polizia municipale e responsabile della Protezione civile del Comune. Nel provvedimento si rileva, tra l’altro, che la situazione dell’area Janò-Rumbolotto «è stata ritenuta talmente pericolosa anche dalla Protezione civile nazionale e dal responsabile della Commissione nazionale grandi rischi da determinare l’emanazione dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 19 febbraio 2010 di dichiarazione dello stato di emergenza in ordine ai dissesti idrogeologici che hanno interessato il territorio».
Inoltre si specifica che la Prefettura, «a causa del perdurare della situazione di pericolo, ha predisposto in data 22 febbraio un piano di evacuazione provvisorio dell’intero comparto che potrebbe vedere coinvolte altre 600 persone».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?