Salta al contenuto principale

Roghudi: teneva pistola e droga in casa, denunciato 33enne

Basilicata

I carabinieri di Melito Porto Salvo hanno arrestato un 33enne originario di Roghudi perché trovato in possesso di una pistola Beretta detenuta illegalmente

Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

Un arresto è stato eseguito dai militari della compagnia carabinieri di Melito Porto Salvo (Rc), nell’ambito di servizio di controllo del territorio. In manette è finito Leandro Stelitano Leandro, 33 anni originario di Roghudi (Rc) domiciliato a Fossato (Rc). L’uomo è stato trovato in possesso di una pistola Beretta con matricola punzonata calibro 9 millimetri perfettamente tenuta con all’interno una cartuccia dello stesso calibro. L’arma era ben occultata sotto l’armadio della camera da letto dei coniugi Stelitano. I militari hanno anche sequestrato 180 grammi di sostanza stupefacente del tipo «Cannabis Indica», detenuta all’interno di un sacchetto in cellophane che si trovava nello scantinato dell’abitazione dell’arrestato. I militari hanno eseguito alcune perquisizioni nell’abitato di Fossato (popolosa frazione del comune di Montebello Ionico). Il controllo si è esteso anche a numerosi altri casolari che si trovano nelle vicinanze dell’abitazione dello Stelitano ed in uno di questi, un rudere in pessimo stato. molto vicino all’abitazione dell’uomoo, è stato rinvenuto, ben occultato sotto il tetto, uno zainetto in tela con all’interno quasi duecento munizioni di vario tipo e calibro (tra queste ve ne sono anche da guerra, del tipo utilizzato, cioè, dalle forze armate e di polizia per le armi d’ordinanza). Sono stati effettuati, infine, dei controlli a tappeto su tutta la zona con ispezione casolari abbandonati, vecchi ovili ed anfratti naturali con il fine di rinvenire ulteriore materiale d’armamento.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?