Salta al contenuto principale

Sanità, indagine su strutture per anziani.
Sequestri del Nas a Reggio Calabria

Basilicata

Condizioni igienico sanitarie pessime e soprattutto cibi e farmaci scaduti. Operazione in tutta Italia del Nas. Indagini a Reggio Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 41 secondi

Anziani con disturbi psichiatrici legati al letto o chiusi a chiave all’interno delle stanze, ma anche appartamenti senza alcuna autorizzazione adibiti ad improvvisate residenze in mancanza di ogni requisito di sicurezza.
Oltre a farmaci e cibi scaduti somministrati agli ospiti e personale senza alcun titolo professionale impiegato presso le strutture.
Tutto questo hanno rilevato i carabinieri dei Nas nel corso dei controlli effettuati in tutta Italia su oltre 800 strutture assistenziali per anziani.
A Reggio Calabria, nell’ambito delle indagini relative al decesso di un anziano verificatosi nei giorni precedenti, i Nas hanno ispezionato 3 appartamenti, abusivamente adibiti a casa di riposo per 15 anziani in assenza di autorizzazione e dei requisiti previsti. Gli immobili sono stati sottoposti a sequestro giudiziario ed il loro gestore è stato denunciato per omicidio colposo, mentre gli anziani ospiti sono stati trasferiti presso idonei enti assistenziali.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?