Salta al contenuto principale

Tre candidati per la presidenza. Escluso Siclari

Basilicata

In campo Agazio Loiero, Giuseppe Scopelliti, Pippo Callipo. Complessivamente sono 16 le liste a loro collegate. Candidata anche la show girl Caruso. Escluso nella notte Pino Siclari (Pcl)

Tempo di lettura: 
2 minuti 11 secondi

Sono tre i candidati presidente della Regione Calabria e 16 complessivamente le liste a loro collegate. Escluso nella notte Pino Siclari della lista del Partito Comunista dei Lavoratori. L'Ufficio centrale elettorale della Corte d'appello di Catanzaro ha escluso stasera la candidatura a presidente della Regione Calabria di Pino Siclari, del Partito Comunista dei lavoratori (Pcl). La decisione, secondo quanto riferito da Demetrio Cutrupi, uno dei candidati della lista esclusa insieme al proprio candidato presidente, è da mettere in relazione alla mancanza delle firme nella documentazione relativa alla presentazione della candidatura per la presidenza della Regione. "Faremo ricorso al Tar - ha detto Cutrupi -. Il Consiglio regionale ha approvato la nuova legge regionale, che ha eliminato il listino bloccato, dopo l'indizione dei comizi elettorali e noi ci siamo attenuti alla nuova legge. Non appena possibile, penso lunedì, presenteremo il ricorso". Restano in corsa Filippo Callipo detto Pippo, è il candidato presidente sostenuto dalle liste 'Io resto in Calabria con Callipò, Italia dei Valori e Bonino-Pannella. Il candidato presidente del centrodestra è Giuseppe Scopelliti sostenuto da 7 liste: Pdl, Udc, Insieme per la Calabria - Scopelliti Presidente (Udeur-Nuovo Psi-Partito Repubblicano), Fiamma e Tricolore - Destra Sociale, Scopelliti Presidente, Socialisti Uniti, Libertà e Autonomia-Noi Sud. Il candidato presidente del centrosinistra è il presidente uscente della Regione Calabria, Agazio Loiero, sostenuto da sei liste: Pd, Federazione della Sinistra, Psi-Sinistra con Vendola, Autonomia e diritti, Slega la Calabria e Alleanza per la Calabria.
Tra i circa 700 candidati c'è la show girl Italia Caruso, 28 anni, finalista a Miss Italia nel 2001, conduttrice televisiva e testimonial in alcuni programmi Mediaset e Rai che nel 2004 arrivò ad un passo dall'essere selezionata come velina do Striscia la notizia. A candidarla, nella circoscrizione di Cosenza, è la lista Scopelliti presidente. L'Udc candida il segretario regionale, Franco Talarico, così come il Pdci (Michelangelo Tripodi) e il Prc (Nino De Gaetano). Nella lista del Pd c'è il presidente del Consiglio regionale Giuseppe Bova. Sempre nelle liste dei democratici trovano posto il segretario regionale Carlo Guccione ed il capogruppo alla Regione, Nicola Adamo. Hanno rinunciato, invece, l'assessore regionale uscente, Liliana Frascà, ed il vice presidente del Consiglio regionale, Antonio Borrello. Candidato con Autonomia e diritti-Loiero presidente, il presidente della Camera di commercio di Catanzaro, Paolo Abramo, fratello di Sergio, che cinque anni fa contese la presidenza a Loiero e venne sconfitto. Idv presenta Mario Congiusta, padre di Gianluca, un commerciante di Siderno ucciso dalla 'ndrangheta nel maggio del 2005. L'ex sindaco di Cosenza, Eva Catizone, è capolista, nella circoscrizione di Vibo Valentia, nella Lista Psi-Sinistra con Vendola. Candidato, per Noi sud con Scopelliti, è anche Sebastiano Giorgi, sindaco di San Luca, il paese teatro della faida cui è collegata la strage di Duisburg.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?