Salta al contenuto principale

S. Caterina Albanese: si rompe l’Abatemarco
la strada diventa un fiume

Basilicata

A rischio un’abitazione. Danni ai terreni e alla strada comunale. In mattinata inizieranno gli interventi di riparazione sulla condotta, e in giornata potrebbe essere ripristinato il servizio

Tempo di lettura: 
0 minuti 52 secondi

Sfiorata la tragedia a seguito di una nuova rottura, l’ennesima nel territorio di Santa Caterina Albanese, dell’acquedotto dell’Abatemarco: la condotta che porta l’acqua a Cosenza ieri pomeriggio è scoppiata a Joggi, nel piccolo comune della Valle dell’Esaro, nei pressi di un’abitazione. La forte pressione dell’acqua ha immediatamente corroso il terreno intorno al tubo e trascinato i detriti lungo la strada comunale che porta a contrada Triscioli. L’acqua fuoriuscita dalle condutture ha dapprima travolto un muro di sostegno e si è poi riversata sulla via, trasformando la strada in una vero e proprio fiume.
Avvertiti dagli amministratori comunali, i tecnici della Sorical - la società a capitale misto che gestisce le risorse idriche per conto della Regionale Calabria – sono intervenuti velocemente a interrompere il flusso. Ma i danni alla strada comunale e a quella del proprietario dell’abitazione coinvolta si sono comunque registrati visibilmente. Pronto anche l’intervento dei carabinieri e dei vigili del fuoco che hanno rassicurato i cittadini della zona e presidiato l’area finché il pericolo non è cessato.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?