Salta al contenuto principale

Padre Fedele. Segretario del frate non si presenta in aula

Basilicata

Il segretario di padre Fedele Bisceglia, coimputato con l'ex frate cappuccino per violenza sessuale, non si è presentato in aula a sostenere l'esame chiesto dal pm Claudio Currelli

Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

Antonio Gaudio, il segretario di padre Fedele Bisceglia, coimputato con l’ex frate cappuccino per violenza sessuale ai danni di una suora nel processo in corso davanti ai giudici del tribunale di Cosenza, non si è presentato in aula a sostenere l’esame chiesto dal pm Claudio Curreli. I difensori di Gaudio, gli avvocati Roberto Loscerbo ed Elisa Sorrentino, hanno consegnato il verbale dell’interrogatorio di Gaudio raccolto al momento dell’arresto che è stato acquisito dal tribunale. L’udienza si è conclusa in breve tempo anche in ragione dell’assenza di uno dei testi di parte civile della religiosa, il medico Simona Amato, che non si è presentata in aula. L’avvocato Marina Pasqua, difensore della suora, ha deciso quindi di rinunciare al teste che è stato revocato. L’udienza del processo a padre Fedele e a Gaudio è stata aggiornata al 17 marzo quando sarà sentito l’ex frate cappuccino che ha confermato, per quella data, la propria presenza in aula.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?