Salta al contenuto principale

Regionali. I sondaggi danno vincente De Filippo, Pagliuca secondo

Basilicata

Secondo Euromedia e Crespi ci sarebbero oltre 10 punti di vantaggio per il centrosinistra. Allam terzo col 7,5

Tempo di lettura: 
2 minuti 43 secondi

di Salvatore Santoro
POTENZA - Oggi vincerebbe De Filippo con una forbice che oscilla dal 52,5 al 47,2 per cento. Al secondo posto si piazzerebbe Pagliuca che è accreditato di un range di preferenze che va da un minimo del 38,9 fino al massimo di 41,7. Per Allam, invece otterrebbe il 7,5 per cento. Non sono proiezioni di partito o di schieramento. Questi dati percentuali sono stati riportati nelle scorse settimane da riviste nazionali e sono stati commissionati ad agenzie qualificate.
L’ultimo in termine di tempo è stato compilato da Euromedia e pubblicato da Panorama il 26 febbraio scorso. I dati sono stati raccolti tra il 17 e il 23 febbraio. Il risultato secondo Euromedia premierebbe il candidato governatore del centrosinistra che verrebbe votato dal 52,5 per cento dei lucani. Dietro, l’aspirante presidente del centrodestra Nicola Pagliuca che sarebbe preferito dal 38,9 dei votanti di Basilicata. Per gli altri candidati (Allam, Doino e Toscano) un 8,6 per cento totale da dividere anche se la parte del leone tra i tre spetta sicuramente all’ex vicedirettore del Corriere della Sera. Alta sempre secondo Euromedia la percentuale del “partito” degli indecisi che si attesta al 23 per cento.
Di due giorni prima è l’altro sondaggio. E’ stato curato da Crespi ricerche e pubblicato da Il clandestino su dati raccolti dal 18 al 22 febbraio. Secondo Crespi ricerche De Filippo è accreditato del 50 per cento mentre Pagliuca sarebbe il candidato preferito dal 40,5 per cento dei lucani. Terzo Magdi Cristiano Allam con il 7,5 per cento. Crespi ricerche attribuisce la volontà di voto anche del 2 per cento dei lucani a favore del radicale Bolognetti che però non è tra i candidati non avendo raccolto le firme necessarie. Crespi al partito degli indecisi attribuisce il 26,6 per cento e ha raccolto anche i dati sui partiti.
E in questo caso il Popolo della libertà otterrebbe per Crespi il 34,5 per cento, La destra (che non è presente alla competizione) il 2,5 e agli altri della coalizione di centrodestra il 2,5 per cento totale. Il Partito democratico invece sarebbe il secondo partito assoluto in basilicata con il 30 per cento netto seguito in coalizione dall’Idv con l’8 per cento, l’Udc al 6 per cento, la Federazione di sinistra al 3,5, la Sel al 4,5 e gli altri che totalmente otterrebbero l’un per cento.
Anche sulla preferenza solo per i partiti, sercondo Crespi, alta la percentuale degli indecisi: 27,6 per cento (di fatto il terzo partito lucano). Io amo la Lucania di Allam, secondo Crespi si fermerebbe al 6,5 per cento mentre Pannella Bonino sarebbe all’1,5 anche se la lista, ricordiamo, non sarà presente alle elezioni.
Altro sondaggio è quello del 19 febbraio sempre svolto da Euromedia e pubblicato lo stesso giorno da Panorama. In questo caso i dati sono stati raccolti dal 11 al 16 febbraio scorso.
E la fotografia dell’intenzione di voto dei lucani è rappresentata dal 47,2 per cento della coalizione guidata da Vito De Filippo, dal 41,7 per cento della squadra di Nicola Pagliuca e dall’11,1 per cento che voterebbe per gli altri candidati presenti alla competizione per le prossime regionali. Anche in questo sondaggio alta la percentuale deigli indecisi: 24,4 per cento. Di veloce consultazione per farsi un’idea dei risultati del sondaggio il sito www.notapolitica.it che prendendo i tre sondaggi ha fatto la media: De Filippo 49,9; Pagliuca 40,3; Allam 7,5.
Sono sondaggi. E a tre settimane dal voto le percentuali possono mutare ma di sicuro la discussione è appena cominciata

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?