Salta al contenuto principale

Uomini e donne alla potentina

Basilicata

Show casalingo al Rouge et Noir con una tronista e sedici corteggiatori

Tempo di lettura: 
3 minuti 54 secondi

di Loredana Vaccaro
POTENZA - «Ciao mi chiamo Giuseppe, ho 21 anni, sono di Potenza e vorrei corteggiarti». Questa la frase di rito con cui esordisce ogni corteggiatore che si rispetti nel momento in cui si presenta alla tronista. Per chi è abituato alle 14.45 a sintonizzarsi su Canale 5 per vedere “Uomini e Donne” tutto ciò risulta molto familiare. Per tutti coloro che invece a quell’ora dormono, lavorano, disprezzano tali progammi o sono affaccendati in altre faccende cercheremo di spiegare questo “talk show” che nella serata di lunedì ha visto protagonisti ragazzi e ragazze di Potenza all’evento battezzato con il nome di “Lui&Lei”.
Un po’ per gioco, un po’ per esibizionismo 16 ragazzi, di età compresa tra 18 e 30 anni, si sono cimentati in giochi quali: la prova della polvere, del cocktail e della torta e hanno ballato e cantanto per arrivare al cuore della giovane ventenne tronista: Simona Remollino. Tre i corteggiatori scelti dalla giovane ragazza durante la prima puntata: Biagio Cristalli, Antonio Muriello e Giuseppe De Carlo.
A fare da cornice a tutto ciò il locale “Rouge et Noir” in via Ponte nove luci, e a fare le veci di Maria De Filippi: Agata Decaro. Circa 200 i giovani che hanno occupato i 300 metri quadrati di superficie . Ma a chi è venuta questa “stravagante” idea e chi sono gli organizzatori di tale esperimento. Iniziamo col citare l’ideatore, il regista, colui che ha intrattenuto e divertito, con esileranti battute ed interventi, il pubblico: il cavaliere Michele Cutro. Classe 80’, potentino, in arte “l’opinionista”. Look elegante, che lui ama definire “principesco”: gilet e pantalone color ruggine, camicia a righe, foulard con spilla nera e bordi dorati. Al collo una sciarpa a righe larghe color seppia, celeste e rosa. Nella mano destra un bastone con manico argentato e poggiato sul braccio sinistro il suo amato cagnolino. Di giorno ufficiale delle forze armate in servizio tra Roma e Vicenza e di sera organizzatore di eventi in Basilicata e non solo. Ed è proprio questa seconda attività la sua vera passione, nonché una scommessa. Ci confessa uno dei suoi obiettivi : «Cambiare il modo di divertirsi a Potenza». Non più uscite soltanto nel weekend o serate trascorse in un locale con un bicchiere in mano. Da questa voglia nascono tante idee tra cui quella di riproporre il famoso talk show in chiave lucana. Ad aiutarlo in questa impresa Antonella Ladogana, dipendente del locale nonché braccio destro di Michele che ci racconta quanto sia stato invece difficile organizzare un trono maschile. Poche le richieste di corteggiatrici donne: forse per paura di esser giudicate in una città che, in certi ambienti, è ancora intrisa di tanti pregiudizi e taboo. E infine loro i proprietari del Rouge e noir: Michele Castelluccio, Giuseppe Gerardi e Gerardo Vernotico. Ultimi nell’esser citati, ma primi in quanto a voglia di mettersi in gioco e provare a far divertire i giovani percorrendo sempre nuove strade. Quest’ultimi ci spiegano che il loro intento, a differenza degli altri locali, è quello di creare una manifestazione che non si esaurisca nell’arco di una sola serata ma che abbia una continuità. Infatti il 9 marzo ci sarà la seconda puntata di “Lui&Lei” dove si visioneranno e si discuteranno le prime esterne, ossia appuntamenti della durata di max 30 minuti, effettuate dalla tronista con ogni singolo corteggiatore scelto durante la prima puntata. Le esterne, in tutto cinque, saranno effettuate nella famosa via Pretoria, detta anche “lo struscio”, in un ristorante noto di Potenza, in un centro estetico e un lounge bar. Alla fine di tutte le puntate la tronista avrà a disposizione un weekend in una delle capitali europee, offerto dai proprietari del locale, da trascorrere assieme al corteggiatore prescelto. Nota curiosa: sia i provini per selezionare i corteggiatori e la tronista che la sponsorizzazione è avvenuta unicamente tramite Facebook, il noto social network. Una sorta di tam tam tra i giovani internauti ha fatto sì che il tutto potesse diventare da progetto realtà. Il supporto tecnico (montaggio video, etc.) è stato invece fornito da Scai comunicazione.
Citiamo le altre iniziative per ora in cantiere: Rouge Factor (riproporre il famoso talent show per giovani cantanti lucani) e Miss Rouge in collaborazione con uno stilista lucano Daniele De Vito, ritornato nella suo paese di origine, Bella, da circa 5 anni dopo esser andato via a soli 18. Giovane talento che nonostante le offerte dei vari atelier nazionali ha deciso di far ritorno a casa per dare il suo apporto e contributo per farla crescere. Non c’è che dire: tutti loro tanti piccoli grandi protagonisti lucani che di certo non hanno buttato la spugna di fronte alla tante incertezze e poche risposte del territorio e che con fantasia hanno deciso di inventarsi un mestiere. Quanto meno loro ci stanno provando.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?