Salta al contenuto principale

Diritti Civili: «Elezioni irregolari, il prefetto le sospenda»

Basilicata

Mancato chiarimento del riparto dei 9 seggi ex listino, Corbelli chiede intervento del Ministro e del rappresentante del governo di Catanzaro

Tempo di lettura: 
1 minuto 8 secondi

«Dopo l’autorevole presa di posizione della presidenza dell’Ufficio elettorale eentrale regionale della Corte di Appello di Catanzaro, che ha confermato che esiste il problema del mancato chiarimento del meccanismo di riparto dei nove seggi dell’ex listino chiedo al Prefetto del capoluogo di sospendere il decreto di indizione delle elezioni». È quanto afferma in una nota il leader del movimento Diritti civili, Franco Corbelli. Nella nota, Corbelli sollecita il prefetto di Catanzaro «a richiedere, d’accordo e insieme al Ministro degli Interni, la convocazione straordinaria del Consiglio regionale della Calabria per stabilire e approvare il criterio di ripartizione dei nove seggi del premio di maggioranza che va alla coalizione vincente. È una situazione di inaudita gravità, che irresponsabilmente e colpevolmente c'è chi continua ad ignorare, che se non si chiarisce in tempo, prima del voto, rischia di provocare l¨annullamento delle elezioni regionali del 28 e 29 marzo». «Senza il chiarimento del meccanismo di ripartizione dei seggi dell’ex listino – sostiene Corbelli - il decreto di indizione delle elezioni va sospeso, in attesa della doverosa correzione e integrazione della legge elettorale regionale, che può essere fatta solo dal Consiglio regionale, che però avendo concluso la legislatura non può più essere convocato. Per questo Diritti Civili ha chiesto l’intervento del Ministro degli Interni e oggi del Prefetto di Catanzaro, competente ad intervenire per la sospensione del decreto di indizione delle elezioni».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?