Salta al contenuto principale

'Ndrangheta, confiscati beni ad affiliato
della cosca Mancuso per due milioni di euro

Basilicata

Il provvedimento è stato emesso dalla Dia di Catanzaro nei confronti di un affiliato alla cosca Mancuso

Tempo di lettura: 
0 minuti 39 secondi

La Direzione investigativa antimafia di Catanzaro ha confiscato il patrimonio aziendale e personale di un presunto affiliato alla criminalità organizzata vibonese. si tratta di un commerciante, Roberto Cuturello, accusato di essere affiliato alla cosca Mancuso della 'ndrangheta.
Il provvedimento di confisca dei beni, per un valore di due milioni di euro, è stato adottato dall’Ufficio del giudice delle indagini preliminari su richiesta del procuratore della Repubblcia di Vibo Valentia. Tra i beni sequestrati somme in contanti depositate su conti correnti bancari, immobili e varie attività commerciali tra cui un supermercato a Limbadi, centro in cui ha avuto origine la cosca Mancuso diventata poi una delle più potenti della 'ndrangheta.
I dettagli dell’operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 11 negli uffici della Procura di Vibo Valentia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?