Salta al contenuto principale

Agguato a Vibo Valentia, ucciso un perito assicurativo incensurato

Basilicata

Michele Palumbo, di 45 anni, è stato ucciso ieri sera in un agguato davanti alle due figlie, a Longobardi, frazione di Vibo Valentia. L’omicidio sarebbe legato alla sua attività professionale

Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

Un perito assicurativo, Michele Palumbo, di 45 anni, incensurato, e' stato ucciso ieri sera in un agguato a Longobardi, frazione di Vibo Valentia.
L'agguato è stato fatto mentre Palumbo era con le due figlie di 15 e 16 anni insieme alle quali stava rientrando a casa. Gli assassini, armati di pistole, sono entrati in azione nel momento in cui il perito, dopo avere parcheggiato la sua automobile nel cortile di casa, è sceso dalla vettura insieme alle due figlie.
Contro l'uomo sono stati sparati una decina di colpi che lo hanno raggiunto in varie parti del corpo. La morte di Palumbo è stata istantanea.
Le figlie del perito sono rimaste illese, ma hanno subito un grave stato di choc per quanto è accaduto. La prima ad accorrere sul posto è stata la moglie di Palumbo, che ha sentito i copi di pistola e si è precipitata in strada, rendendosi però subito conto che per il marito non c'era nulla da fare.
Sull'omicidio ha avviato indagini la squadra mobile di Vibo Valentia. Sul movente dell'agguato non si esclude, al momento, alcuna ipotesi, anche se quella che viene ritenuta più verosimile è quella di una vendetta per motivi legati all'attività professionale di Palumbo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?