Salta al contenuto principale

‘Ndrangheta: vietati i funerali pubblici di Domenico Serraino

Basilicata

La decisione del questore di Reggio Calabria in occasione dei funerali del "boss" considerato elemento di spicco della omonima 'ndrina operante nella zona Sud e preaspromontana della città

Tempo di lettura: 
0 minuti 27 secondi

A garanzia dell'ordine e della sicurezza pubblica, il questore di Reggio Calabria, Carmelo Casabona, in occasione dei funerali del "boss" Domenico Serraino, 65 anni, ha vietato che il trasporto della salma avvenisse in forma pubblica e solenne, disponendo che la stessa fosse condotta dal domicilio alla chiesa senza corteo ed ulteriori manifestazioni pubbliche di cordoglio. Serraino, considerato elemento di spicco della omonima 'ndrina operante nella zona Sud e preaspromontana di Reggio Calabria, che era sottoposto alla misura della detenzione domiciliare, è deceduto, nella propria abitazione a Reggio Calabria, in seguito a malattia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?