Salta al contenuto principale

Galati: «Il Mezzogiorno diventi protagonista del suo destino»

Basilicata

Il parlamentare del Pdl, Giuseppe Galati, attraverso il suo ultimo volume sul Meridione, invita i cittadini del Mezzogiorno a «diventare protagonista del proprio destino»

Tempo di lettura: 
1 minuto 17 secondi

«Il sud diventi protagonista del proprio destino. Come? Attraverso la spinta propulsiva che viene dai giovani e dalle loro conoscenze». È quanto afferma il deputato del Pdl, Giuseppe Galati autore del libro "Al nord come al sud, tra federalismo e responsabilità". Il libro sarà presentato martedì 16 marzo a Cosenza presso il Teatro Citrigno. Interverranno Giuseppe Galati, autore del libro, Jole Santelli, Giuseppe Scopelliti, Antonino Foti, Gianpaolo Chiappetta, Mario Russo. Concluderà il lavori Claudio Scajola, Ministro dello Sviluppo Economico. Modererà il giornalista Pino Nano. «La politica - aggiunge Galati - si faccia carico di trovare gli strumenti utili perchè i ragazzi siano i protagonisti di una stagione nuova. Perciò, non più fughe di cervelli e di valori. Penso ,per esempio, a una «green card’' per i giovani meridionali disposti a rientrare nel Mezzogiorno». Secondo Galati « La green card sarebbe una sorta di 'carta di creditò, caricata con un certo importo direttamente dallo Stato per un minimo di tre anni, messa a disposizione dei giovani di eccellenza che rientrino nel Mezzogiorno per sviluppare attività di ricerca, formazione o progetti imprenditoriali. Il ministro Scajola e il governo Berlusconi stanno con serietà e tempismo intervenendo per dare fiato all’economia con il «decreto sviluppo». «Il Sud dispone di un giacimento intellettuale - conclude Galati - più significativo di quello del Nord, per lo meno sulla base dei titoli di studio posseduti dai giovani che è un capitale umano e professionale che deve essere messo a frutto con lungimiranza e rapidità. Il Mezzogiorno perciò, deve tornare ad essere anche luogo di formazione di classi dirigenti».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?