Salta al contenuto principale

Potenza a giudizio venerdì 19
col verbale di Evangelisti

Basilicata

L'interrogatorio allegato da Palazzi non costituirebbe "elemento nuovo" per la riapertura del processo sulla presunta combine con la Salernitana. Diretta on line sul nostro sito del processo

Tempo di lettura: 
1 minuto 45 secondi

VENERDI’, sportivamente parlando, ci si gioca la vita. In tutta fretta, la Corte di Giustizia della Figc ha convocato la nuova udienza del processo su Potenza - Salernitana. Si tornerà a discutere - dopo il sostanziale nulla di fatto dello scorso 9 febbraio - sull’ammissibilità o meno del ricorso per revocazione presentato dal procuratore federale Stefano Palazzi, che vuole escludere il Potenza dal campionato e infliggere alla Salernitana sei punti di penalizzazione. Nulla di nuovo, un passaggio obbligato. Ma ciò che sconcerta è la tempistica, perchè il collegio difensivo rossoblu ipotizzava un rinvio quantomeno ad aprile, se non all’estate. Nessuno si aspettava sviluppi cosi’ rapidi. A febbraio il Potenza colse un risultato importante, per quanto non definitivo. La Corte dichiarò “lacunoso” l’impianto accusatorio su cui Palazzi voleva fondare la sua revocazione. Il procuratore è convinto di avere in mano quei “nuovi elementi” che sono condizione necessaria per poter riesumare una sentenza già passata in giudicato e non appellata. La Corte il 9 febbraio gli ha chiesto esplicitamente di allegare al teorema accusatorio la deposizione spontanea resa al pm Basentini da Luca Evangelisti. Il personaggio chiave della presunta combine. “Oltre al verbale di Evangelisti, che abbiamo potuto leggere e non dice niente di nuovo - spiega l'avvocato Chiacchio che difende il Potenza - il procuratore ha depositato anche altri documenti tra cui le motivazioni di rigetto dell’istanza di scarcerazione presentata al riesame da Giuseppe Postiglione”. Giustizia ordinaria e giustizia sportiva si sovrappongono. Pericolosamente. Ma il verbale dell'interrogatorio di Evangelisti non aggiunge nulla di nuovo al teorema di Palazzi. Molti i non ricordo e i non sono in grado di ricordare, conferme sui dissapori con Fabiani, ds della Salernitana, e sulla non conoscenza di De Angelis e Lopiano, i due accusatori del Potenza. Palazzi ha allegato alla sua memoria anche i motivi di rigetto del Riesame della richiesta di scarcerazione di Evangelisti, ma su questo punto il Potenza farà opposizione.

DIRETTA WEB - Come in occasione della prima udienza del 9 febbraio, anche venerdì il nostro sito seguirà in diretta on line attimo per attimo il processo dinanzi alla Corte di Giustizia Federale

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?